Sei in: Home » Articoli

Codacons: Pil ancora in calo, la causa è il crollo dei consumi

pil crisi sviluppo grafico fallimento
Il Codacons ha rilasciato un comunicato stampa nel quale ha riportato i dati dal Pil registrati nel nostro Paese nel primo trimestre dell'anno in corso, in diminuzione dello 0,8% rispetto al trimestre precedente e dell'1,4% rispetto al primo trimestre del 2011; si tratterebbe del dato peggiore ottenuto da 3 anni a questa parte, considerando il calo di oltre il 5% nei primi tre mesi del 2009.

La causa, secondo l'associazione, sarebbe da ricercarsi nel crollo dei consumi causato dall'aumento dell'Iva e dall'aumento delle tasse a prescindere dalla capacità contributiva individuale; questo avrebbe ridotto il potere d'acquisto dei redditi bassi e medi, considerando la diminuzione del 2,4% della spesa delle famiglie italiane rispetto al primo trimestre 2012 e dell'1% rispetto all'ultimo trimestre del 2011.

“È da 10 anni, ossia dall'arrivo dell'euro nel 2002” – ha dichiarato il Codacons – “che salari e pensioni non sono state salvaguardate dall'aumento del costo della vita e questo ha impoverito progressivamente le famiglie, prima costrette ad intaccare i risparmi e poi, finiti questi, a partire dal 2007, a ridurre i consumi, con effetti negativi sulla crescita del Paese”.

Nel 2012 sarebbero calati addirittura gli acquisti obbligati come quelli relativi ai medicinali e agli alimenti.

Per l'associazione sarebbero state le recenti manovre a dare il “colpo di grazia” e a peggiorare le cose; il Codacons ha inoltre accusato Monti per non aver liberalizzato i settori che renderebbero l'Italia la nazione più cara d'Europa, come banche, assicurazioni, luce, gas, benzina e telefoni, che non sarebbero stati messi in discussione dal recente dl Cresci Italia.

(14/06/2012 - Andrea Proietti)
Le più lette:
» Pensioni: le novità in arrivo
» Il rifiuto di sottoporsi ad alcoltest può risultare non punibile
» Tabelle millesimali condominio: la Cassazione fa il ripasso
» Usucapione: legittimo l'accordo di accertamento dinanzi al notaio
» Ddl riscossione: niente più cartelle per debiti irrisori
In evidenza oggi
Obbligare la moglie a discutere è reatoObbligare la moglie a discutere è reato
Telefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal clienteTelefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal cliente
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF