Sei in: Home » Articoli

Giustizia: attivo il portale dei servizi telematici. Anche le spese di giustizia si pagano online

processo telematico
In occasione del Forum P.A. 2012 è stato attivato il portale dei servizi telematici attraverso il quale è possibile pagare on-line le spese di giustizia. Si tratta di un'iniziativa finalizzata a garantire maggiore efficienza del sistema giudiziario attraverso l'ammodernamento tecnologico delle procedure. La sperimentazione del servizio - si legge in un comunicato di Palazzo Chigi - ha già avuto inizio presso il Tribunale di Verona e sarà estesa gradualmente ad altre sedi giudiziarie "nel quadro del più ampio sviluppo del processo telematico, che ha fatto registrare da aprile 2011 ad oggi il significativo numero di oltre 115.000 depositi di atti in via telematica (di cui 11.195 solo nell'aprile 2012)". Il progetto è stato avviato dopo la sottoscrizione del protocollo d'intesa tra Ministero della Giustizia e UniCredit Credit Management Bank Ed ha trovato ora continuità in una convenzione siglata dall'Amministratore delegato della banca e dal Direttore generale di DigitPA. Il portale dei servizi telematici è raggiungibile nella pagina Web pst.giustizia.it/PST/". Dal portale si può accedere a diversi servizi tra cui:
- Uffici giudiziari (per avere informazioni sui servizi telematici attivi presso gli Uffici Giudiziari)
- Consultazione pubblica dei registri (Per accedere alle informazioni sullo stato dei procedimenti.
- Servizio online giudici di pace (Per consultare i procedimenti civili davanti al giudice di pace e utilità per la compilazione dei ricorsi).
- Portale delle procedure concorsuali (Per informazioni sulle procedure concorsuali in atto).
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(07/06/2012 - N.R.)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Divorzio: arrivano gli hotel che aiutano le coppie a lasciarsi
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Accesso agli atti: dalla legge 241 alla riforma Madia
In evidenza oggi
Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionaliRisarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
Gratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocatiGratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocati
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF