Sei in: Home » Articoli

Intervento del Garante sulla privacy in materia di pignoramento dello stipendio

Il Garante per la riservatezza, con la newsletter dello scorso 10 marzo, ha sanzionato la dicitura ?pignoramento? sul cedolino dello stipendio. Tale parola andrà dunque eliminata e sostituita con altre espressioni (ad esempio ?altre trattenute?) comunque idonee a rendere comprensibile la voce, ma nello stesso tempo più generiche, in modo da non consentire ai terzi di venire immediatamente a conoscenza della difficile situazione in cui versa il lavoratore. Sempre per salvaguardare i delicati aspetti della sfera privata del lavoratore, sul cedolino non si potrà più indicare neppure la specifica causale del pignoramento, dovendo lo stesso limitarsi a riportare le sole notizie indispensabili a documentare al dipendente le diverse voci relative alle competenze e alle trattenute.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(21/03/2002 - Marina Demaria)
Le più lette:
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF