Sei in: Home » Articoli
 » Condominio

Non rimborsabili al condominio le spese per il godimento delle cose comuni

La Seconda Sezione della Corte di Cassazione (Sent. 11747/2003) ha stabilito che il Condominio che anticipi le spese per evitare il deterioramento delle cose in comune a causa della trascuratezza dei singoli condomini, può chiedere il rimborso delle sole spese sostenute per la conservazione. I Giudici hanno precisato che non è previsto il rimborso relativo alle spese per il godimento della cosa comune, in quanto il condomino che le ha anticipate ha soddisfatto un godimento soggettivo, che è suo personale e non può riguardare gli altri partecipanti. I Magistrati di Piazza Cavour hanno poi evidenziato che le spese per la "conservazione sono quelle necessarie per custodire, mantenere la cosa comune in modo che duri a lungo, che non si sciupi" mentre "le spese per il godimento riguardano l?uso effettuato nell?esercizio del diritto: per ricavare dalla cosa le utilità che la stessa può offrire.
La diversità della funzione e del fondamento si riflette sugli oggetti, cui i contributi vanno imputati, perché alla conservazione sono oggettivamente interessati tutti i comproprietari; al godimento invece sono soggettivamente interessati soltanto coloro i quali si trovino, in concreto, ad esercitarlo (oltre lo stesso proprietario, l' usufruttuario, il conduttore etc.)".
(03/10/2003 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Sinistri stradali: l'auto va riparata integralmente anche se il danno supera il valore di mercato
» Case cantoniere e stazioni: in gestione gratis agli under40
» Divorzio: l'ex va mantenuta in nome della solidarietà post-coniugale
» Aste giudiziarie: operativo il portale delle vendite pubbliche
» Avvocati: polizze assicurative da adeguare entro l'11 ottobre
In evidenza oggi
Ciclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metriCiclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metri
Multa di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospettoMulta di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospetto
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF