Sei in: Home » Articoli

Federconsumatori: la sanità un lusso per chi può permettersi cure private

medico scrive
La sanità sta diventando un lusso: questo è quanto è emerso dai dati diffusi dal Censis e riportati da Federconsumatori, dai quali si è evinto che sempre più persone ricorrono alla sanità privata, la quale ha però, a fronte di tempi di attesa molto ridotti, costi tripli rispetto alla sanità pubblica. Il Censis ha quindi valutato che la spesa privata per la salute è cresciuta fino a 30,6 miliardi di euro, registrando un incremento dell'8% tra il 2007 e il 2010: “Per la salute i cittadini spendono troppo di tasca propria”, ha dichiarato Federconsumatori nel comunicato stampa. Secondo l'associazione sarebbe la politica dei tagli a produrre danni definiti irreversibili al Servizio Sanitario Nazionali e discriminazioni verso i cittadini indigenti: Federconsumatori ha infatti aggiunto che non è tollerabile che solo chi ha la possibilità economica di sostenere i costi degli accertamenti può curare anzi tempo patologie gravi grazie ad una diagnosi precoce a pagamento. Questo porterebbe i cittadini, secondo l'associazione, a ricorrere a privati “low cost”, andando a caccia di offerte online e non, spesso sottovalutando la potenziale scarsa qualità delle cure: in virtù di questo, Federconsumatori ha infatti nuovamente dichiarato che “il diritto alla salute, non può sottostare alle logiche di mercato, poiché la salute che diventa merce discrimina e mette a repentaglio la vita di chi non può permettersene i costi”, e che le notizie di un possibile superamento di ticket ed esenzioni “allarmano” e non sarebbe accettabile che il risparmio sulla sanità sia pagato in prima persona dai cittadini. Federconsumatori ha quindi chiesto al Governo di intervenire contro abusi, sprechi e disfunzioni organizzative, e di investire in salute al fine di permettere a tutti l'accesso alla sanità pubblica garantendo qualità di servizi e prestazioni: ricalcando le parole del Censis, questo sarebbe inoltre secondo l'associazione un “bene” per l'economia del Paese.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(07/05/2012 - Andrea Proietti)
Le più lette:
» Multe: quando scadono?
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Lotteria degli scontrini in arrivo
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Papa: ci vuole un "grande coraggio" oggi per sposarsi
In evidenza oggi.
Charlie Hebdo: esercizio del diritto di satira o lesione della dignità delle vittime?
Alcune considerazioni di Gino M.D. Arnone relative al macabro accostamento pietanze-morti sono tuttora valide dopo l'ennesima, ripugnante vignetta del settimanale satirico
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF