Sei in: Home » Articoli

Agenzie per il lavoro, nuove indicazioni per iscrizione all'albo e aggiornamento dati

ministero lavoro id9481.png
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con la nota del 23 aprile 2012, ha fornito indicazioni alle Agenzie per il lavoro iscritte all'albo informatico relative alla modalità di iscrizione e all'aggiornamento dei dati; nello specifico, come comunicato dal portale Cliclavoro, si tratta di una precisazione “ai fini della presentazione delle istanze di autorizzazione e di aggiornamento dei dati e alla luce delle novità introdotte in materia di semplificazione e sviluppo dal Decreto Legge n. 5 del 9 febbraio 2012 convertito, con modificazioni, dalla Legge n. 35 del 4 aprile 2012”. Nella nota in questione, le Agenzie sono invitate a prestare la massima attenzione e cura nell'aggiornamento delle informazioni relative alle proprie sedi e filiali annesse: il fine ultimo è quello di offrire un servizio ai cittadini che sia il migliore possibile, e garantire quindi la trasparenza e la rintracciabilità di ogni singola Agenzia. Nel portale Cliclavoro sono disponibili sia l'elenco della documentazione necessaria per procedere all'autorizzazione all'esercizio delle attività, sia i moduli e i formulari validi anche ai fini delle dichiarazioni sostitutive di certificazioni e delle dichiarazioni sostitutive di notorietà. Il portale Cliclavoro ricorda che “l'Albo Informatico delle Agenzie per il lavoro è il registro elettronico del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali in cui sono iscritte le Agenzie per il lavoro autorizzate, che contiene tutte le informazioni utili e i contatti di ogni agenzia accreditata.
L'iscrizione è necessaria agli operatori per poter offrire i servizi relativi alla domanda e all'offerta di lavoro. Per il cittadino l'Albo costituisce una tutela, perché certifica quali sono gli enti effettivamente autorizzati a operare.”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(29/04/2012 - Andrea Proietti)
Le più lette:
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Risarcisce il cliente l'avvocato che dimentica di iscrivere la causa e mente sul punto
» Tradimento: quello "programmato" diventa di moda tra i mariti
» Mobbing e risarcimento danni: come dimostrare di aver subito una persecuzione
» Avvocato censurato se non assolve l'obbligo della formazione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF