Sei in: Home » Articoli

Pensione di REVERSIBILITA' e ingiustizie - L'intervento della lettrice Rosaria BARBIERI

pensionati id10458
POSTA e RISPOSTA n. 299 ospita il gradito intervento della lettrice ROSARIA BARBIERI, pervenuto alle h.21:28 del 21 aprile 2012 e proveniente dall'account rosaria.barbieri@gmail.com; non mi resta che lasciarle la parola: "Un problema che il nuovo governo, secondo me, dovrebbe risolvere è il problema della pensione di reversibilità che viene erogata in maniera diversa tra superstiti con reddito personale e altri senza reddito personale. Se una moglie ha un suo reddito dopo aver lavorato per tanti anni, con sacrifici per accudire i figli, privarsi di dedicarsi a se stessa, alla morte del coniuge la sua reversibilità viene decurtata perchè ha lavorato tutta la vita.
Per contro, le mogli casalinghe che hanno trascorso il loro tempo facendo shopping, frequentando palestre e sale di bellezza, quando rimangono vedove, continuano a essere mantenute dallo Stato senza avere mai versato contributi a un ente pensionistico. I contributi versati dal suo coniuge vengono utilizzati per garantire ai superstiti dei benefici che non si sono guadagnati. Perchè non si fa la proposta di far versare al coniuge lavoratore dei contributi a favore dell'altro? Vorrei sentire il parere di altri. Rosaria BARBIERI". - Grazie, carissima Rosaria: attendiamo ora i commenti dei visitatori di Studio Cataldi, che potranno utilizzare il form collocato qui sotto.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(28/04/2012 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Multe: quando scadono?
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Lotteria degli scontrini in arrivo
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Papa: ci vuole un "grande coraggio" oggi per sposarsi
In evidenza oggi.
Charlie Hebdo: esercizio del diritto di satira o lesione della dignità delle vittime?
Alcune considerazioni di Gino M.D. Arnone relative al macabro accostamento pietanze-morti sono tuttora valide dopo l'ennesima, ripugnante vignetta del settimanale satirico
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF