Sei in: Home » Articoli

E-mail e pedofilia

La Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione, con sentenza n. 5397/02, ha stabilito che lo scambio via internet di foto pornografiche di minorenni nel corso di una conversazione privata configura un?ipotesi attenuata di pornografia minorile, che non contempla l'adozione di misure cautelari. Tale decisione è stata presa alla luce della nuova normativa sullo sfruttamento sessuale dei minorenni, che prevede l'arresto preventivo solo nel caso in cui il materiale pornografico viene divulgato ad una pluralità di persone e non anche quando le foto sono inviate, con un singolo messaggio di posta elettronica, ad un unico interlocutore.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(19/03/2002 - Marina Demaria)
Le più lette:
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
» Trenitalia: treni "nascosti" per fare acquistare i viaggi più cari, Antitrust apre istruttoria
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF