Sei in: Home » Articoli

EDIZIONE SPECIALE - La posta dei lettori di Studio Cataldi n. 297

lettere mail posta id10404
POSTA e RISPOSTA n. 297 è una mescolanza di argomenti trattati nelle lettere giunte a Studio Cataldi in questi ultimissimi giorni. Partiamo per una lunga cavalcata. Alle h.9:56 del 14 aprile 2012 scrive GIANCARLO PELLEGRINO dall'account di posta giancarlo.pellegrino@libero.it: "non credo piu nella politica! i politici (meglio definirli politicanti) pensano solo ai propri interessi e a come rubare meglio! sono giunto a considerare i partiti come organizzazioni a delinquere legittimate dall'elettorato attivo qalunque favore (favore diritto) tu voglia devi rivolgerti al "padrino" del partito che gestisce il potere! peccato fatte debite eccezioni ormai dire di essere onorevole della repubblica rappresenta qualcosa di disdicevole! cambierà mai qualcosa????". - Lo spero, me lo auguro per l'Italia e per chi la popola.
Sono ottimista per natura: ne sono certo! Alle h.12:40 del 14 aprile 2012 l'Avv. Roberto BETTI divisa quanto segue: "Caro Paolo, tutte queste benemerite Persone, da chi (ANIA?) e come (direttamente o indirettamente, con denaro o altre utilita') sono ricompensate? Puoi serenamente non pubblicare, pero' e' bene che tu sappia che tutta questa cripto-propaganda pro-Assicurazioni non viene apprezzata da tutti. Ad majora!" - Caro Roberto, ho cercato di capire a cosa intendevi riferirTi ma non ci sono riuscito. In queste ultime lettere che ci hai inviato sei affezionato a due concetti: 1) che non pubblicheremo i Tuoi contributi e che facciamo qualche "cripto-propaganda". a) La prima tesi è smentita dai fatti: non ho fatto statistiche, ma sei -meritatamente- uno dei visitatori più 'presenti' sul Portale. b) 'kryptos' deriva dalla lingua greca celare, nascondere, sotterrare, tant'è che è così definito il gas nobile, contenuto in piccolissime quantità nell'aria; 'propaganda' è gerundivo di propagare ed indica l'azione tesa a conquistare il consenso, secondo il Tuo parere delle Compagnia assicurative, ed è un prestito latino: indicava la congregazione 'de propaganda fide' istituita nel 1622 dal Papa Gregorio XV con il compito di diffondere la fede cristiana.
Mi sembra che nel pezzo ...incriminato, quello pubblicato l'altrieri, parlavo della sicurezza stradale e dell'Avv. Gianmarco CESARI, che ne è paladino da sempre, e delle statistiche sballate dell'ISTAT secondo la scoperta ch'è frutto di una recentissima ricerca. Non ravviso collegamenti con la "cripto-propaganda". Ma se vuoi riscrivermi, io, come ho sempre fatto, sarò ben lieto di prendere in considerazione le Tue opinioni anche critiche. Le lettere che contengono critiche anche asperrime sono quelle che mi interessano di più perché mi arricchiscono di nuove riflessioni. Se uno mi scrive: condivido, sono d'accordo, bravo! non mi apporta granché alla mente. Alle h.7:17 del 14 aprile 2012 CARLO, dall'account di posta capento@tin.it scrive quanto segue: "Quando una persona armata compie gesti violenti e cattivi (picchiare e terrorizzare, anche anziani, rapinare, ...), deve mettere in conto reazioni pesanti. Non vedo Rosa vittima e Francesco carnefice. Carlo". Alle h.9:35 del 14 aprile 2012 scrive PAOLA dall'account di posta paolacob@tiscali.it: "io sono figlia di gioiellieri! Quel gioielliere ha fatto benissimo! Approvo! Tolleranza zero per chi ruba e violenta uccide chi difende sia la propria persona e familiari che svolgono un'attività lecita! Noi abbiamo subito diverse rapine e ci hanno ridotti sul lastrico!!! Lavorare onestamente costa molta fatica e non è giusto dare la possibilità di introdurre la legge di eccesso per difesa, in questo caso per quel gioielliere che ha difeso il figlio! Io sarò sempre dalla sua parte". Alle h.12:25 del 13 aprile 2012 civilmente mi scrive mimm.raimond@alice.it: "carissimo avv. io sono in totale disaccordo con lei pur se ben comprendo il tutto su di un piano umano ma concretamente ritengo che si debba prestare assistenza al gioielliere provi lei io non glielo auguro a trovarsi in balia di quattro bulli in virtù della impunità convinti di poter far tutto la invito almeno a riflettere". Alle h.19:53 dell'11 aprile 2012 FRANCO DALLA LIBERA mi scrive: "voglio solo aggiungere che non possiamo più dire che ci stanno derubando ma sarebbe meglio dire depredando basta leggere i giornali non passa giorno che da parte di romeni o predoni dell'est non ci siano rapine furti di qualsiasi merce, si va dai computer alle grondaie, ad interi studi dentistici, qualsiasi cosa che si possa vendere nei loro paesi e sono anni che continuano molti non denunciano più. Sul mattino dil unedi scorso a Mirano Venezia sono stati bloccati due di questi rumeni nel giardino di una abitazione all'arrivo dei carabinieri i due rumeni hanno denunciato il proprietario della abitazione per sequestro di persona SIAMO IN UN PAESE DI M." - Grazie per avere contribuito al dibattito sulla legittima difesa del gioielliere del Fermano. Su tale problematica mi sono già espresso nei giorni scorsi e non intendo ripetermi per non tediare i visitatori. ESODATI: pone un quesito GIANNI, alle h.20:40 del 12 aprile 2012, scrivendo a Studio Cataldi dall'account di posta giannigrosso59@virgilio.it: "si parla solo di esodati! La riforma prevede anche chi è stato autorizzato ai contributi volontari prima del dicembre 2011. Io ho 60 anni disoccupato da settembre pago i contributi volontari x raggiungere i 40 anni di contributi a giugno 2012. Sono del 52 ma ex lav. autonomo quindi sarò escluso dalla possibilità di usufruire delle vecchie norme? ho già perso 9 mesi di contributi cococo ora anche ciò che ho pagato volontariamente? equità e giustizia? cosa devo fare?" - 1952, la classe che il Governo ha penalizzato! Dallo Studio Legale MUSSO alle h.11:17 del 12 aprile 2012 ci giunge il seguente post: "Sottraendo alle categorie la possibilità di giudicarsi da sé. Il cuore pulsante dell'unica riforma vera!". FINANZIAMENTI PUBBLICI AI PARTITI: alle h.17:41 del 12 aprile 2012 MAURO TINACCI dall'account mauro.tinacci@alice.it commenta quanto ho scritto l'altro ieri: "Ritengo che bloccare da subito (in retroattività) il finanziamento ai partiti sarebbe una delle cose più urgenti da fare, visto ciò che era stato decretato dal referendum del 1993. Il tutto unito, da subito!!!, ad un adeguato ridimensionamento dei compensi ai parlamentari oltre all'immediata eliminazione di tutti i loro privilegi.
Tutti anche i più poveri sono stati costretti immediatamente a dare il loro contributo, perciò proporzionalmente devono farlo anche loro". Grazie a tutti Voi per la passione ed anche la rabbia con cui seguite le tematiche che poniamo all'attenzione.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(15/04/2012 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF