Sei in: Home » Articoli

Cassazione: siti che trattano di vicende giudiziarie debbono mantenere archivi sempre aggiornati

Gli archivi Web devono essere sempre aggiornati quando contengono notizie che trattano vicende giudiziarie e contenere lo sviluppo della notizia specie se e' intervenuta la definizione in via giudiziaria. quanto afferma la corte di cassazione facendo notare che il cittadino ha "diritto a ricevere una completa e corretta informazione, non essendo sufficiente la mera generica posibilita' di rinvenire all'interno del mare di internet ulteriori notizie". Il chiarimento arriva dalla terza sezione civile della corte (sentenza n.5525/2012) che ha dato ragione al protagonista di una vicenda giudiziaria risalente al 1993 e che risultava consultabile nell'archivio storico del 'Corriere della Sera'. L'uomo lamentava che l'articolo non riportava la notizia successiva relativa al fatto che l'inchiesta giudiziaria che aveva condotto il suo arresto si era poi conclusa con un proscioglimento. In sostanza l'uomo era rimasto soggetto alla "stigma derivante dalla continua riproposizione di una notizia che, al momento della sua pubblicazione era vera e attuale ma che oggi gettava un intollerabile alone di discredito sulla persona vittima di gogna mediatica". Accogliendo il ricorso la Cassazione ha fatto notare che "il titolare dell'organo di informazione che avvalendosi di un motore di ricerca memorizza la medesima anche nella rete internet e' tenuto ad osservare i criteri di proporzionalita', necessita', pertinenza e non eccedenza dell'informazione, avuto riguardo alla finalita' che ne consente il lecito trattamento, nonche' a garantire la contestualizzazione e l'aggiornamento della notizia gia' di cronaca oggetto di informazione e di trattamento, a tutela del diritto del soggetto cui i dati pertengono alla propria identita' personale o morale nella sua proiezione sociale, nonche' a salvaguardia del diritto del cittadini utente di ricevere una completa e corretta informazione, non essendo sufficiente al riguardo la mera generica possibilita' di rinvenire all'interno del 'mare di internet' ulteriori notizie sul caso di specie".
(07/02/2012 - N.R.)
Le pi lette:
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Avvocati: quali sanzioni in caso di mancato preventivo?
» Niente avvocati esterni per l'Agenzia Entrate Riscossione
» Avvocati contro la violenza sulle donne: il progetto Travaw
» Video e foto sui social all'insaputa di chi ripreso? Ora si rischia il carcere
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno per chi guadagna pi di mille euroDivorzio: niente assegno per chi guadagna pi di mille euro
Video e foto sui social all'insaputa di chi  ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi ripreso? Ora si rischia il carcere
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF