Sei in: Home » Articoli

Chiarimenti sulla mobilità dei docenti di ruolo per l'anno scolastico 2012/2013

Al nostro studio di consulenza giungono numerosi quesiti presentati da docenti di ruolo aspiranti ai trasferimenti
scuola docenti ft id11693
Al  nostro studio di consulenza giungono numerosi quesiti  presentati da docenti di ruolo aspiranti ai trasferimenti, ai passaggi di ruolo e di cattedra e alla gestione della posizione di soprannumero, in considerazione di una normativa sovente complicata e pervasa da diffor-mi interpretazioni.
E' noto che la mobilità del personale scolastico è regolata da norma patrizie risalenti al CCNI che ogni anno viene stipulato tra le OO.SS. e l'Aran.  Il Miur, poi, diffonde la con-trattazione con una propria ordinanza fissando termini e modalità di presentazione delle domande e di gestione delle procedure.
 Riteniamo utile proporre a quanti ci seguono  attraverso questo sito Internet, una serie di risposte a quesiti che trattano casi pratici e di quotidiana pratica amministrativa.
Chiunque fosse interessato contattarci può rivolgersi al nostro studio attraverso gli  indirizzi nel seguito riportati.

D. Nello scorso anno fui individuata in soprannumero nell'organico di fatto nel mese di settembre 2011 sulla classe A043 e fui utilizzata in altra scuola. Devo fare domanda di trasferimento d'ufficio?
R.   Si. I docenti individuati perdenti posto sull'organico di fatto devono fare domanda di trasferimento  anche se l'organico di diritto per il prossimo anno non è stato ancora defini-to. Ovviamente lei può chiedere di  partecipare al movimento, se vuole, solo a condizione che non si riformi il posto nella sua scuola di titolarità. In tale ipotesi la sua domanda verrà annullata.

D. Ho superato 2 concorsi a cattedre nella scuola media e nella scuola secondaria di II grado. Attualmente sono di ruolo nella classe A060. Nella domanda di trasferimento ho diritto alla valutazione di 2 concorsi?
 La tabella di valutazione stabilisce che si valuta solo il concorso di livello pari o superiore a quello del ruolo di attuale appartenenza, quindi, solo il concorso delle superiori.

D. Sono una docente di scuola media e vorrei sapere se, e quando, posso ritirare la mia domanda di trasferimento?
Dopo il termine di presentazione delle domande (30 marzo 2012) è possibile rinunciare al-la domanda presentando, per il tramite della scuola di servizio, richiesta scritta da inoltra-re all'Ufficio scolastico provinciale, nei termini di seguito riprodotti.


Tipologia di
personale Termine comunica-zione al SIDI do-mande mobilità
e posti disponibili Termine revoca domande
di movimento Data pubblicazio-ne movimenti
Docenti scuola infanzia
 9 maggio  29 aprile  25 maggio
Docenti scuola primaria 14 aprile 4 aprile   8 maggio 
Docenti scuola media
 26 maggio  16 maggio 18 giugno
Docenti scuola secondaria II°
 19 giugno  9 maggio   12 luglio
Personale educativo
 4 maggio 24 aprile 25 maggio
Personale A.T.A.
 2 luglio  22 giugno 26 luglio

 

 


D. Sono un docente trasferito d'ufficio in quanto soprannumerario nell'a.s. 2011/2012. Come posso chiedere il rientro nella scuola di precedente titolarità?
R. l docente trasferito d'ufficio che intende rientrare nella sede di precedente titolarità de-ve indicare nell'apposita casella del  modulo-domanda   la scuola, il Centro territoriale o il comune dal quale il docente è stato trasferito d'ufficio negli otto anni precedenti.  E' ne-cessario indicare anche il tipo di posto su cui era titolare il docente al momento dell'avvenuto trasferimento d'ufficio. Il tipo di posto è inteso come “normale” o “soste-gno”.

D. Ho intenzione di chiede nel trasferimento scuole singole e alcuni distretti del comune di Napoli. In quale ordine li posso indicare per non incorrere in errori?
R.    Le preferenze debbono essere indicate nell'apposita sezione del modulo-domanda e possono essere del seguente tipo: 
1) preferenze puntuali rappresentate da: a) scuola b) circolo;
2) preferenze sintetiche rappresentate da:  c) distretto; d) comune; e) provincia; f) dotazio-ne organica provinciale ; g) dotazione organica di sostegno (D.O.S.), per la scuola secon-daria superiore; h) centri territoriali (corsi per l'istruzione e la formazione dell'età adul-ta).    Se Lei intende chiedere scuole specifiche di un determinato distretto, deve indicare prima le scuole e poi il codice sintetico del distretto.

D. Se chiedo preferenze di tipo distretto o comune quali scuola mi verranno assegnate e in quale ordine?
R.   Gli insegnanti che chiedono preferenze sintetiche (distretto, comune, provincia) parte-cipano al movimento su tutte le scuole facenti parte della preferenza sintetica con assegna-zione alle scuole nell'ordine in cui le stesse sono indicate nei bollettini ufficiali pubblicati dal Miur.

D. La continuità didattica nella stessa scuola decorre dall'assegnazione della nomina giuridica?
No. La continuità decorre dall'assegnazione della sede definitiva che avviene, negli ultimi anni, partecipando al trasferimento dopo l'immissione nei ruoli.

D. Sono titolare nel comune di Napoli dall'anno 2000 e dall'anno 2005 nella scuola Bel-vedere di Napoli sino ad oggi. Quale punteggio mi compete per la continuità nel comune e per la continuità nella scuola?
R. Lei vanta 6 anni di continuità nella stessa scuola perché l'anno corrente 2011/2012 non si calcola. Per 6 anni ha diritto a punti 10 per i primi 5 anni ed a punti 3 per il sesto anno, quindi punti 13 in totale. La continuità nel comune di Napoli è di anni 5 dal 2000 al 2005 perché per gli anni successivi si calcola solo la continuità nella scuola a cui non si somma anche l'anzianità nel comune. Il punteggio è di ulteriori punti 5 (1 punto per ogni anno).

D. nel distretto 40 di Napoli vi sono 2 sedi disponibili di cui uno nella scuola media Au-gusto ed uno nella scuola media Console. Io ho diritto a 120 punti ed ho chiesto nella domanda la preferenza dell'intero distretto 40, mentre una mia collega, con punti 100, ha chiesto la scuola specifica Augusto. Ipotizzando che io e la mia collega fossimo le prime due candidate partecipanti al movimento per punteggio, in quale ordine verranno asse-gnate le 2 cattedre?
 Per il principio della massimizzazione che è previsto nell'ordinanza emanata dal Miur in occasione della trasmissione del CCNI 2012 sulla mobilità, alla docente con minor pun-teggio che ha chiesto la preferenza specifica, cioè la singola  scuola, viene assegnata la medesima preferenza, mentre al candidato con maggior punteggio che ha indicato la prefe-renza sintetica del codice distrettuale viene assegnala l'altra scuola. Quindi a lei con punti 120 andrà assegnata la scuola Console ed alla sua collega con punti 100 la scuola Augu-sto.

  D. Le pongo il seguente quesito attraverso una esemplificazione per meglio rendere il mio pensiero.  Un docente “X” titolare in provincia di Napoli chiede il passaggio di ruolo dalla scuola elementare alla  classe A346 nelle scuole secondarie  con punti 180 e chiede come preferenze : 1) distretto 40 del comune di Napoli); 2) distretto 41 del comune di Napoli; 3) comune di Napoli; 4) distretto 26 che comprende più comuni); 5) provincia di Napoli.
  Un altro docente “Y” partecipa allo stesso movimento con punti 200 e chiede come pre-ferenze: 1) distretto 40 di Napoli; 2) distretto 41 del comune di Napoli; 3) comune di Na-poli; 4) distretto 28; 5) provincia di Napoli.    Ipotizzando che vi siano 2 posti disponibili all'interno della provincia di Napoli di cui un istituto compreso nel comune di Giugliano (che è compreso nel distretto 26), e l'altro nel comune di Torre del Greco, come verranno assegnate le scuole?
R. Per il principio della massimizzazione richiamato nel quesito immediatamente preceden-te ,il  sistema assegna l'istituto nel comune di Giugliano facente parte del distretto 26 e-spresso in maniera più analitica  dal docente “X” con minor punteggio, e l'istituto ubicato nel comune di Torre del Greco (rientrante nel codice sintetico della provincia) al docente “Y” con maggior punteggio.

D. Chiedendo nelle preferenze per i trasferimento nell'ambito della scuola media  il codi-ce di un distretto, partecipo al movimento anche per i centri territoriali in esso compresi?
 R. No. Occorre indicare il codice puntuale relativo alle seguenti tipologie di posti:
- i posti di scuola primaria e secondaria di I grado per l'istruzione e la formazione dell'età adulta; le scuole carcerarie, le scuole presso strutture ospedaliere;
- i posti vacanti nelle scuole primarie di Stato, annesse ai convitti nazionali.
- le richieste relative agli istituti nei quali sia prevista la sperimentazione del liceo eu-ropeo.

D. Sono a conoscenza che in una determinata scuola del comune di Napoli esiste una di-sponibilità in organico di diritto di una cattedra completa  liberatasi a seguito di un pen-sionamento. Nello stesso istituto esiste una cattedra orario esterna cioè articolata con 12 ore presso lo stesso istituto e 6 ore con completamento in una diversa scuola. Nell'ipotesi in cui dovessi essere a tale scuola, quale cattedra mi verrebbe assegnata ? Vi faccio pre-sente che ho chiesto di partecipare al movimento anche per cattedra orario esterne su comuni diversi.
R. Il sistema informatico è programmato per rendere disponibile a trasferimento sempre la cattedra di qualità “peggiore” vale a dire la cattedra orario esterna e, in via del tutto au-tomatica, assegna al docente già titolare di organico nella scuola, la cattedra intera che si è venuta a formarsi in organico di diritto. Nel consegue che, se a Lei spettante, verrebbe assegnata la cattedra orario esterna. Se non avesse chiesto di partecipare al movimento anche su tale tipologia di posti , vale a dire cattedre orario, non avrebbe ottenuto l'ingresso nella citata scuola.

D. Entro quale data devo consegnare i documenti e la scheda per l'individuazione del soprannumero?
R. Nel termine del 30 MARZO 2012 per consentire al dirigente scolastico di pubblicare la graduatoria d'istituto entro il 15 aprile 2012. .


Prof. Raffaele Manzoni


Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(27/03/2012 - Prof. Raffaele Manzoni)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF