Sei in: Home » Articoli

Cassazione: anche il funzionario andato in pensione può dare contributo all'associazione mafiosa

giudice sentenza martello
Anche un ex fuzionario può dare un contributo sostanziale ad un'associazione mafiosa. Poco importa che i rapporti con la pubblica amministrazione si siano interrotti per il collocamento a riposo. Lo afferma la sesta sezione penale della Corte di Cassazione che ha convalidato l'obbligo di soggiorno nei confronti di un ex direttore di un'agenzia del demanio indiziato di appartenenza ad un'associazione mafiosa. Secondo l'accusa l'uomo si era attivato per aiutare una famiglia mafiosa a riacquistare dei beni confiscati. A nulla rileva il fatto che sia andato in pensione dato che comunque, spiega la Corte, può mettere a frutto l'esperienza maturata negli anni di attività. L'ex funzionario a sua difesa aveva evidenziato di essere andato in pensione e che per questo era venuta meno la possibilità "di prestare la propria opera a favore dell'associazione mafiosa" e non ci sarebbe stato quindi il "requisito dell'attualita' della pericolosita' sociale". Secondo la suprema corte però "la risoluzione del rapporto di lavoro con la pubblica amministrazione non eslcudeva che" l'indagato "potesse continuare a collaborare con l'associazione mafiosa mettendo a frutto l'esperienza lungamente maturata nello specifico settore e sfruttando, per i fini propri dell'associazione, le amicizie e le relazioni personali matutare in ambito lavorativo perpetuando il rapporto sinallagmatico con il sodalizio".
(20/02/2012 - N.R.)
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolarlo online e il calcolo manuale
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Appalto: la garanzia per vizi e difformità dell'opera
» Avvocati: oggi la manifestazione nazionale a Roma contro la Cassa Forense
» Avvocati: cos'è e come funziona la card per girare in Europa
In evidenza oggi
Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causaStrisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuitiAvvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF