Sei in: Home » Articoli

E se i TERMINI fossero PERENTORI anche per i giudici?

giudice sentenza martello
POSTA e RISPOSTA n.243 ospita il pensiero di dom.cor@libero.it che alle h.14:34 del 17 feb '12 così si esprime quale chiosa sul mio pezzo pubblicato da Studio Cataldi quello stesso giorno, dal titolo "i termini per il giudice non sono perentori, ma canzonatori": "A fronte del marasma normativo degli ultimi anni, in cui tutte le riforme del processo civile si sono concentrate su interventi poi rivelatisi inefficaci (dall'abolizione delle Preture, alle sezioni stralcio, dal processo societario), io ho spesso fatto notare ai colleghi che forse sarebbe stato sufficiente scrivere da qualche parte nel codice di rito una norma piccola, piccola: "i termini sono perentori anche per i magistrati". VOGLIAMO PARLARNE? Formulo un sentito ringraziamento all'avv. Storani i suoi scritti sono fonte di stimolo critico". - Non so se io merito il Tuo ringraziamento. Tu senz'altro il mio! Certo, non è bello vedere le regole trasgredite proprio da chi dovrebbe farle rispettare.
Ricordo che nell'occasione della puntata n.238 ho preso spunto da una lettera di Rosaria MIRRIONE, fedele lettrice di Studio Cataldi.
(18/02/2012 - Avv.Paolo Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» In arrivo gli sportelli di prossimità, dove non ci sono più i tribunali
» Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
» Trasferimento di strumenti finanziari come ipotesi di donazione diretta ad esecuzione indiretta
» Pensioni: riscatto gratis laurea legato al merito
In evidenza oggi
Unioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoptionUnioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoption
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF