Sei in: Home » Articoli

Datagiovani: previsioni assunzioni quasi raddoppiate rispetto a 2011

bulli
Il centro di ricerche Datagiovani ha analizzato le previsioni di assunzione per i giovani fino ai 29 anni nelle aziende italiane e, secondo gli ultimi dati Unioncamere-Ministero del Lavoro riferiti alle proiezioni per il periodo gennaio - marzo 2012, sono meno di 46mila le previsioni di assunzioni di giovani per il primo trimestre 2012 a carattere non stagionale. Un numero, come fa sapere Datagiovani, decisamente interessante se confrontato con le 23.700 segnalate nel quarto trimestre 2011. In generale, le analisi complessive rilevano maggiori opportunità per i giovani nelle regioni del Centro e del Sud, nelle imprese con meno di 50 dipendenti e nei servizi commerciali e finanziari. Si cercano inoltre, come emerge dalle analisi, operai specializzati nella metalmeccanica e nell'edilizia.
Le regioni più orientate ai giovani sono Lazio, Campania e Puglia, in coda tra le grandi regioni Emilia Romagna e Toscana. C'è più ottimismo da parte delle aziende? Ma quanti sono i “veri” nuovi posti? “La crescita dei posti di lavoro orientati ai giovani, e non solo - sottolineano i ricercatori di Datagiovani - è certamente un segnale di ottimismo da parte delle imprese, che iniziano forse a vedere qualche spiraglio di uscita dalla crisi. Va però enfatizzato ciò che Unioncamere stesso segnala nella sua rilevazione, ovvero che “si tratta in larga parte di riattivazioni di contratti in scadenza a fine 2011 o di assunzioni in sostituzione di analoghe figure che hanno interrotto il loro rapporto di lavoro”. La situazione rimane sostanzialmente ancora in stallo.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(05/02/2012 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF