Sei in: Home » Articoli

Inail: una sezione dedicata ai rischi da agenti biologici nei luoghi di lavoro

inail
La Contarp (Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione) ha aperto all'interno del canale tematico “Conoscere il rischio” presente nel portale dell'INAIL una sezione dedicata agli agenti biologici, ovvero tutti quei microrganismi che se presenti nei luoghi di lavoro potrebbero essere nocivi per la salute e provocare intossicazioni, infezioni o allergie. L'INAIL pone l'attenzione sul rischio di sottostimare il pericolo derivante dalla presenza di agenti biologici, soprattutto in quei contesti in cui non si pensa possano risiedere, come ad esempio uffici, scuole, centri estetici e sportivi, rispetto invece a luoghi in cui la loro presenza è tendenzialmente riconosciuta, come ambienti sanitari, laboratori di diagnosi e ricerca, rifiuti, allevamenti di animali e via discorrendo. Gli agenti biologici potrebbero quindi essere ovunque, così la Contarp offre servizi di vario genere per la prevenzione, partendo da pagine di carattere informativo per coloro che vogliono saperne di più, fino a guide, manuali, schede e fogli informativi con caratteristiche e proprietà dei vari microrganismi nocivi, monitoraggio ambientale, valutazione del rischio di presenza in luoghi di lavoro specifici, nonché problematiche legate agli impianti aeraulici, veicolo dei suddetti agenti, e riferimenti legislativi e normativi. Così come ribadito nel testo unico sulla sicurezza (dlgs. 81/08 e successive modifiche e integrazioni), è doveroso per tutti i datori di lavoro venire a conoscenza dei rischi legati agli agenti biologici, dato che come sottolineato in precedenza potrebbero risiedere in ogni luogo, e le conseguenze per chi ne entra in contatto potrebbero essere molto pericolose e non di certo trascurabili.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(31/01/2012 - A.V.)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF