Sei in: Home » Articoli

VIVISEZIONE da abolire - Quando finirà l'ORRORE? Intervengono ancora CETTY SAQUELLA e CATERINA CIRCELLI

cane id11244
POSTA e RISPOSTA n.200 è lieta di ospitare un nuovo contributo di CETTY SAQUELLA sull'argomento che non solo a lei è tanto pressantemente caro: "augurandole un sereno anno nuovo, voglio parlare ancora una volta di vivisezione !!! quando finirà tanto orrore ??? quanti milioni di animali devono essere torturati prima di sconfiggere la sperimentazione su animali sezionati vivi e indegnamente trattati ??? spero presto, basta con questa barbaria inutile e crudele !!!!! anche i nostri amici a 4 zampe hanno un'anima e soffrono come noi !!! spero che questa mia lettera smuoverà le coscienze di chi di competenza !!!!! certa di una sua risposta positiva, le porgo i miei più cordiali saluti !!! e un sereno anno !!! Cetty Saquella. (mi scuso per gli errori di ortografia, ma è il mio pc che funziona male)". Grazie mille, carissima Cetty, per quest'altro URLO potente: se il pc funziona a strappi, poco male: sono le nostre sinapsi mentali che debbono funzionare bene contro l'orrore che abbiamo d'avanti. Speriamo che il 2012 ci porti bene. A proposito, hai letto il commento che ha lasciato MICHELA (non so il cognome) sotto l'articolo del 26 dic '11? Te lo riporto qui in calce: "Negare la vivisezione è come negare l'olocausto, ma poi basta andare nei vari campi di concentramento o, qui a Roma, al Mausoleo delle Fosse Ardeatine, per accorgersi che lo sterminio degli Ebrei è una realtà: cruda e crudele. O forse è il caso di sperimentare le stesse torture su entrambe le categorie di "negazionisti", per far loro comprendere il male che solo l'uomo sa fare all'altro uomo e agli animali. Gli animali - e lo dico per esperienza diretta, avendo sempre avuto in casa i gatti, e ora un dolcissimo pinscher - sanno solo dare amore; anzi, non si comprende il vero amore, finché non si ha un amico animale. Se sono cattivi, è perché lo sono le persone con le quali vivono e che li allevano. Per educazione e esperienza non comprendo l'esistenza della vivisezione così come delle pellicce, delle borse e delle scarpe di coccodrillo, delle zanne di elefante, ecc...ecc... Gli animali non ci chiedono nulla, ma sanno parlare e trasmettere i loro sentimenti, la loro riconoscenza, la loro paura con gesti, sguardi, e persino con il pianto. Vanno rispettati perché esistono e non perché debbano necessarimente servire a uno scopo: scopo umano, ovviamente! perché è l'uomo a stabilire il diritto a vivere in ragione dell'apporto economico che l'essere deve dare. Gli animali hanno la capacità di donare un bene dal valore inestimabile: l'amore. Sono mie considerazioni, non un commento al "famoso" articolo del collega sulla vivisezione: certi articoli e certe considerazioni non meritano commenti e attenzioni". Tratto da: I diritti degli animali - Adelio MAESTRI replica al pensiero negazionista sulla VIVISEZIONE dell'avv. BETTI (Fonte: StudioCataldi.it). Termino con un nuovo contributo anche di CATERINA CIRCELLI giuntomi alle h.22:51 del 28 dic '11: "Concordo pienamente con il suo pensiero e spero che l'anno che verrà illumini le menti e faccia riflettere sul fatto che un domani la situazione potrebbe cambiare ed essere noi quelli che potrebbero trovarsi su un tavolo a fare da cavie e loro i nostri aguzzini (perchè noi lo siamo nei loro confronti). Sarebbe una bella beffa per coloro che attualmente sono così favorevoli a questa barbarie." - Mille grazie anche a Caterina, nostro fedele lettrice, che mi aveva scritto anche 22 nov '11 h.1:08 la seguente idea: "Qualora il ministro non recepisca il messaggio,si potrebbe sempre tentare di indire un referendum. Magari si potrebbe ottenere legalmente quello che non si riesce ad avere in altro modo." Alle h.17:15 del 19 dic '11 mi scrive l'Avv. CRITELLI: "Da tempo accarezzo l'idea di creare una sorta di tribunale per i diritti degli animali. Per questo lancio un invito a tutti i colleghi che come me tengono agli animali ed ai loro troppo spesso calpestati ed ignorati diritti. Chi vuole abbracciare il mio progetto può scrivermi anche solo per un confronto." - Se ne può senz'altro parlare, caro Collega.
Vedi articoli associati al tag Vivisezione
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(01/01/2012 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
» Trenitalia: treni "nascosti" per fare acquistare i viaggi più cari, Antitrust apre istruttoria
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF