Sei in: Home » Articoli

Testamento biologico - Bioetica - Libertà di scelta

cielo id9801
MARIA LUISA ZORATTI alle h.19:05 del 29 dic '11 bussa a POSTA e RISPOSTA n.190: intende prendere ferma posizione sulla delicata questione del fine vita rinverdita dal caso di Lucio Magri. Le cedo subito la parola: "Come nessuna legge è riuscita ad impedire che cittadini di ogni classe sociale abbiano scelto di porre fine alla loro vita con il suicidio, non vedo con quale diritto si può legiferare per impedire ad una persona di scegliere come morire. I cittadini devono avere sempre la libertà di scegliere, altrimenti viene meno il patto con lo Stato.
Il testamento biologico non è uno strumento di morte, ma una scelta personale dove ognuno può indicare le modalità di cure che vorrebbe ricevere in un momento cruciale della sua vita." - Cara Maria Luisa, rivolgo a Te un particolare ringraziamento per esserTi espressa su una problematica così significativa.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(31/12/2011 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Avvocati: fino a mille euro per ogni figlio
» Quali beni non possono essere pignorati?
» Giovani avvocati: fino a tremila euro per master e titoli
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Condominio: per la telecamera sulle parti comuni l'unanimità non serve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF