Sei in: Home » Articoli

Cgil: drammatica la situazione del lavoro. Occorre putare su sciluppo, crescita e aiuto ai consumi

lavoro lavoratori pausa cassa integrazione cig
In un comunicato stampa della Cgil, il segretario confederale Fammoni, mette in evidenza la situazione drammatica del lavoro in Italia. È in aumento il tiraggio della CIG, afferma, facendo riferimento ai primi nove mesi del 2011 rapportati allo stesso periodo dell'anno precedente. "La realtà attuale, difficile e drammatica del lavoro - afferma - è che cala la richiesta di autorizzazione di ammortizzatori perché è in atto una espulsione di lavoratori da parte delle imprese e che, contemporaneamente non cala l'uso effettivo della cassa, rispetto agli anni precedenti in particolare di straordinaria e deroga”. Secondo Fammoni è urgente porre rimedio a questa tendenza ed avverte che sono molte le aziende che prevedendo una produzione piatta per il 2012 si stanno orientando verso scelte analoghe con la conseguenza che "aumenterà in modo drammatico una disoccupazione reale già del 13%". La conferma - secondo Fammoni - "è nei dati sulla disoccupazione e sulla mobilità. Rispetto allo scorso anno i beneficiari di indennità sono più alti sia nella disoccupazione ordinaria, che in quella con requisiti ridotti e nella mobilità. In media ben 50.000 unità mensili in, nonostante che dopo 3 anni di crisi sia drasticamente calato il numero di lavoratori che può raggiungere i requisiti necessari.
Questo a settembre, ma la realtà di fine anno indica che la situazione è già peggiorata”. Il dirigente sindacale ritiene quindi indispensabile una riforma organica che preveda anche misure straordinarie per chi non ha modo di accedere agli ammortizzatori sociali oppure per chi non ne può più usufruire. Ma va anche cambiato l'intervento sulle pensioni che non fa altro che aggravare la situazione del lavoro. Se si vuol far ripartire la produzione la vera priorità è puntare sullo sviluppo, la crescita e l'aiuto ai consumi, conclude Fammoni.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(27/12/2011 - N.R.)
Le più lette:
» Il reato di violenza privata
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Biciclette: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanza
» Gli eredi legittimi: chi sono e quale è la differenza con i legittimari
» Colpo di frusta: niente risarcimento senza Tac
In evidenza oggi
Ddl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanzaDdl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanza
L'ombra del dubbio: quando il caso limite mette in crisi il sistema giudiziarioL'ombra del dubbio: quando il caso limite mette in crisi il sistema giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF