Sei in: Home » Articoli

IMBRANATI letali alla guida - Scrive l'Avv. Riccardo RICCO'

auto id8370
POSTA e RISPOSTA n°168: l'Avv. RICCARDO RICCO' della redazione editing del Portale giuridico "Persona e Danno" è il protagonista della puntata della nostra rubrica che tratta di limiti di velocità e di ...Nicole Minetti; il post mi è giunto alle h.16:25 del 9 dic '11; a Te la parola, carissimo Riccardo. "(Senza entrare nella polemica colla Minetti) N. però che, molto spesso, sono gli imbranati a 100 all'ora che causano gli incidenti. In Germania poi, ad es., gli utenti delle autostrade ... guardano gli specchietti prima di cambiare corsia ...! (perchè, senza limiti di velocità, il tedesco si è abituato a stare più attento alla guida) Andare a 100 all'ora, specie con auto di una certa "caratura" (che, usate, sono alla portata di tutti), induce una certa noia, e porta a distrarsi. Morale, 200 all'ora è direi troppo, ma non certo 150/160. RiccoR". - Tengo a raccogliere sul tema agitato da Riccardo l'opinione dei visitatori ai quali porgo la fattispecie: quale sarà il responso del Tribunale Superiore dei lettori?
(14/12/2011 - Avv.Paolo Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolo online e il calcolo manuale
» La domanda riconvenzionale nel giudizio ordinario
» Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Avvocati: cos'è e come funziona la card per girare in Europa
In evidenza oggi
Niente foto dei figli su Facebook: accordo dei genitori davanti al giudiceNiente foto dei figli su Facebook: accordo dei genitori davanti al giudice
Ogni causa è incerta... e l'avvocato non lavora mai gratisOgni causa è incerta... e l'avvocato non lavora mai gratis
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF