Sei in: Home » Articoli

Aumenta la presenza Inps su Facebook. Ora anche con i buoni lavoro

facebook id8288
L'Inps aumenta la sua presenza su Facebook. Oggi nel noto social network l'Inps ha una nuova pagina dedicata ai buoni lavoro. Già in precedenza l'istituto ne aveva dedicata un'altra al riscatto della laurea. La creazione di fanpages da parte dell'Istituto risponde all'esigenza di trovare nuovi canali di comunicazione e di condivisione per raggiungere anche più giovani. Per accedere alla nuova pagina Facebook è necessario avere un profilo da cui digitare la ricerca 'Buoni lavoro' e poi, per vedere i contenuti occorre fare click su "mi piace". I buoni lavoro - si legge nella Pagina Facebook "costituiscono un sistema di pagamento riservato esclusivamente al lavoro occasionale accessorio svolto in modo discontinuo e saltuario, senza la sottoscrizione di un contratto di lavoro". Questi buoni garantiscono la copertura previdenziale presso la Gestione separata dell'Inps e l'assicurazione all'Inail contro gli infortuni sul lavoro. Il sistena dei buoni lavoro era nato per supportare il settore agricolo specie nel periodo della vendemmia e destinato inizialmente ai soli studenti di eta' compresa tra i 16 e i 25 anni.
Successivamente è stato aesteso a diversi settori produttivi e ad altre tipologie di prestatori. Il valore di ciascun buono è di 10 euro, di cui 7,50 euro sono in favore del prestatore e i restanti 2,50 euro comprendono la contribuzione Inps e l'assicurazione Inail. Esistono anche i buoni multipli da 20 e da 50 euro.
(21/11/2011 - N.R.)
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolarlo online e il calcolo manuale
» Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Appalto: la garanzia per vizi e difformità dell'opera
» Avvocati: oggi la manifestazione nazionale a Roma contro la Cassa Forense
In evidenza oggi
Contratti luce: se il consenso del cliente è "estorto" si torna al vecchio fornitoreContratti luce: se il consenso del cliente è "estorto" si torna al vecchio fornitore
Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causaStrisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF