Sei in: Home » Articoli

Giurisdizione Italiana per illeciti connessi a condotte poste in essere in Vaticano

La Prima Sezione Penale della Corte di cassazione (sent. n. 22516/03) ha affermato che l'impegno pattizio tra Stato Italiano e Santa Sede concernente la non ingerenza nell'attività della Chiesa cattolica non comporta la rinuncia all'esercizio della giurisdizione civile e penale per fatti illeciti i cui eventi si verifichino in territorio italiano e siano legati da rapporto di causalità con condotte poste in essere in territorio appartenente alla Santa Sede.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(20/08/2003 - Marina Demaria)
Le più lette:
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF