Sei in: Home » Articoli

Cassazione: anche l'espressione "furbetto del quartierino" è offensiva

cassazione
Continua l'elenco delle espressioni sconvenienti messe al bando dalla Cassazione. Questa volta si tratta dell'espressione "furbetto del quartierino" che è entrata a far parte del vocabolario giornalistico sin dal 2006 nel corso dell'inchiesta per la scalata Bnl. Per la Cassazione non c'è dubbio è un'espressione chiaramente offensiva. E così è stata resa definitiva una condanna per diffamazione pluriaggravata inflitta a un maresciallo capo, reo di aver inviato via mail una nota in cui si rivolgeva al comandante, all'ufficiale addetto alla programmazione economica e finanziaria del comando militare della Sardegna definendoli 'furbetti del quartierino'. Il caso finiva subito nelle aule di giustizia e il maresciallo veniva condannato a quattro mesi di reclusione. Inutile il ricorso per Cassazione dove l'imputato ha tentato di difendersi sostenendo di aver semplicemente esercitato un legittimo diritto di critica essendo egli peraltro un esponente sindacale. La Suprema Corte (prima sezione penale, sentenza n.37046/2011) ha respinto il ricorso affermando che correttamente la corte territoriale aveva sanzionato il maresciallo per aver usato un'espressione che rappresenta una "vera e propria offesa gratuita e generica non suscettibile di esclusione del carattere e della portata diffamatoria". Poco importa il fatto che l'imputato ricoprisse un incarico sindacale giacché, scrive la Corte, "la dialettica dei rapporti con le controparti non puo' essere articolata attraverso un lessico obiettivamente offensivo e lesivo dell'altrui reputazione, che poco ha a che vedere con l'esercizio del mandato sindacale".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(18/10/2011 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Avvocati: la pennichella può aiutare a vincere le cause
» Telecamere negli ospizi: approvata la prima legge regionale
» Avvocati: abolire i contributi obbligatori alla Cassa
» Biotestamento: arriva il diritto alla sedazione profonda?
» Commette reato per il praticante che si spaccia per avvocato
In evidenza oggi.
Debiti sospesi fino a un anno per chi è in difficoltà
Lavoro: la pausa caffè non è reato
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF