Sei in: Home » Articoli

Cassazione: giudice si dichiara incompetente ma decide nel merito? Sentenza impugnabile solo con regolamento necessario di competenza

cassazione
Con la sentenza n. 19754, depositata il 27 settembre 2011, la Corte di Cassazione ha stabilito che la sentenza con cui il giudice di primo grado si dichiara privo di competenza ma decide nel merito della domanda, è impugnabile unicamente con regolamento necessario di competenza ex art. 42 c.p.c. In particolare, la Corte ha precisato che in questo caso, la decisione sul merito sarebbe una statuizione apparente e quindi insuscettibile di passare in giudicato. Nella motivazione della sentenza i giudici di legittimità spiegano infatti che se il giudice di primo grado, dopo avere riconosciuto nella motivazione della sentenza di essere privo del potere di pronunciarsi sulla domanda per incompetenza territoriale, anziché spogliarsi della causa, ne abbia poi erroneamente deciso il merito, respingendo in dispositivo la domanda, detta pronuncia è nondimeno impugnabile esclusivamente con il regolamento necessario di competenza ai sensi dell'articolo 42 Cpc, posto che - essendo la motivazione sul fondo della controversia resa ad abundantiam da un giudice che ha esaurito la propria potestas iudicandi con l'emissione di una pronuncia in rito completamente definitiva della causa dinanzi a sé - anche la statuizione di rigetto contenuta nel dispositivo è meramente apparente e, come tale, non solo insuscettibile di passare in cosa giudicata, ma anche in concreto inidonea a incidere sulla individuazione del rimedio impugnatorio esperibile.
Scarica il testo della sentenza 19754/2011
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(02/10/2011 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF