Sei in: Home » Articoli

Limiti di velocitÓ grotteschi - Sicurezza stradale - Bella dissertazione del lettore MICHELE TEDESCO

posta e risposta id9497
MICHELE TEDESCO Ŕ su POSTA e RISPOSTA n░124: tema la sicurezza stradale; alle h.9:11 del 20 set '11 c'invia il seguente intervento: "La questione dei limiti di velocitÓ in Italia ha ormai del grottesco. Invece di affrontare la questione in termini di prevenzione, si Ŕ passati alla repressione totale che a volte maschera il fine ultimo di alcune amministrazioni locali di fare cassa e risanare i conti. Il fatto Ŕ che la sicurezza stradale Ŕ fondamentale in un Paese che si possa definire civile, tuttavia non Ŕ solo con la repressione che si risolve il problema.
Prendiamo ad esempio le numerose vittime degli investimenti da parte di guidatori in stato di ebbrezza che avvengono periodicamente nei centri urbani. O magari la strage causata di recente sull'A26 per colpa di un ubriaco che viaggiava contromano. Gli autovelox e i tutor hanno potuto evitare tutto questo?!? A cosa serve coprire tutto il tratto della A1 da Milano a Bologna con tutor visto che stiamo parlando di un rettilineo a 3 corsie dove a 130 km/h il livello di attenzione si abbassa vertiginosamente e si rischiano addirittura tamponamenti per via della concentrazione di auto intorno alla stessa velocitÓ!!! Le apparecchiature per il controllo elettronico della velocitÓ dovrebbero essere installate solo nei tratti con indice di rischiositÓ elevato (vedi l'A7 zona Genova/Voltri). E' necessario quindi affrontare il tema della sicurezza e dell'educazione stradale fin dalle scuole elementari e prevedere corsi di guida sicura propedeutici al rilascio della patente. Mi piacerebbe vedere che fine farebbero le industrie automobilistiche italiane se la gente decidesse di acquistare solo utilitarie da 130 km/h...". Molti ringraziamenti, carissimo Miche'. ESPOSIT. ANT. alle h.8:59 del 20 set '11 invia a Studio Cataldi il seguente post: "Sui limiti della velocitÓ, dico solo questa: a Modena in un tratto di tangenziale pi¨ o meno di due Km l'amministrazione ha pensato bene di mettere il limite dei 30 Km/h. Pensate cosa succederebbe se un automobilista in quel tratto rallenta e va a 30 km/h. Le stesse auto della Polizia locale (capitato in diverse occasioni) vanno come minimo a 60 Km/h. PerchŔ Ŕ impossibile andare ai 30". Form a disposizione per proclami, dispacci, teorizzazioni, sfoghi rabbiosi, fegati crepitanti e pancreas ululanti.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(27/09/2011 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilitÓ civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le pi¨ lette:
» Avvocati: fino a mille euro per ogni figlio
» Quali beni non possono essere pignorati?
» Giovani avvocati: fino a tremila euro per master e titoli
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Condominio: per la telecamera sulle parti comuni l'unanimitÓ non serve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF