Sei in: Home » Articoli

CANI - Non più di uno per abitazione - Proposta choc del nostro lettore Stgest

animali
POSTA e RISPOSTA n°98 consiste in una civilissima chiosa del nostro lettore STGEST (utenza mail identificata), che esprime il seguente pensiero: "non capisco perchè se è giusto rispettare chi ama i cani (premetto che io ne ho sempre avuti, ora per scelta non più) non deve essere altrettanto giusto rispettare chi non li vuole. Bisogna provare ad abitare vicino a chi ha cani che abbaiano continuamente, il rispetto se pur per gli animali non deve venire prima per le persone, per cui fosse per me ordinerei al massimo un cane per abitazione, altro che due, e se qualcuno si lamenta, ovviamente non per il cane ma per il padrone che non ha rispetto degli altri visto che lo fa abbaiare multe molto più severe." - Il riferimento del visitatore, che comunque ringrazio per il contributo, è alla mia news del 19 ago '11 sul caso-Pollenza; ogni limitazione mi appare una ingiusta COMPRESSIONE dei diritti di esplicazione della personalità ed un'INGERENZA francamente INTOLLERABILE nella vita privata del cittadino.
Questo il mio pensiero, criticabile, ma nettissimo. Il dibattito è in piena evoluzione ed il pratico form qui sotto rimane a Vostra completa disposizione per ogni considerazione.
(28/08/2011 - Avv.Paolo Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolo online e il calcolo manuale
» La domanda riconvenzionale nel giudizio ordinario
» Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Avvocati: cos'è e come funziona la card per girare in Europa
In evidenza oggi
Carta d'identità elettronica: al via da oggiCarta d'identità elettronica: al via da oggi
Contratti luce: se il consenso del cliente è "estorto" si torna al vecchio fornitoreContratti luce: se il consenso del cliente è "estorto" si torna al vecchio fornitore
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF