Sei in: Home » Articoli

Crisi economica: Aduc, bene posizione Martino: creare legalità e far emergere il 'nero'

aduc id9484.png
di Nadia Fusar Poli -
"La maggior parte delle spese se non si cambia la legislazione, continueranno a crescere per conto loro. L'Italia, perciò, non ha bisogno di manovre ma di riforme". Queste le parole dell'ex-ministro Antonio Martino, che la Aduc riporta in un comunicato stampa. Più che una dichiarazione - spiega l'Aduc - si tratta di una vera e propria presa di posizione, da cui muovere per fare alcune considerazioni. La congiuntura economica sfavorevole, lo scenario di crisi in cui vige il diktat comunitario dei “conti da far quadrare” e in cui sudditi e contribuenti sono le uniche - e note - mucche da spremere, rendono necessario non solo operare mediante azioni congiunte e condivise, ma soprattutto che ci si stringa intorno a Governo e Parlamento (purché entrambe le parti siano disposte ad ascoltare, ciascuna nel rispetto delle proprie conoscenze e idee) con una proposta (o suggerimento, come lo si vuole definire): creare legalità. In altri termini: norme, regole e giustizia.
Questo, si badi, non deve tradursi in una mostruosa e pesante burocrazia, di cui non si avverte la necessità e l'utilità, bensì, al contrario, nella volontà di delegificare e semplificare, adottando metodi semplici, che possano applicarsi all' organizzazione della vita e del lavoro, così come nei rapporti privati e tra cittadino e istituzioni. L'emersione del “nero” - si legg enel comunicato - ovvero la legalizzazione di ciò che, attualmente, è vietato potrebbe rappresentare una sfida importante, lungo la strada delle riforme. I due casi, che potrebbero definirsi due estremi, sono droga e prostituzione. Due temi attuali quanto spinosi, per cui in passato era già stato presentato un disegno di legge - d'iniziativa dei senatori Donatella Poretti e Marco Perduca - che rappresentano anche due tabù culturali, propri e determinanti del nostro Paese. Potrebbe essere questa -conclude Aduc - l'occasione perché l'Italia, imboccando la strada della creazione di legalità, si faccia più europea, non solo in termini economici, ma anche socialmente e culturalmente.
(19/08/2011 - Nadia Poli)
Le più lette:
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Avvocati: quali sanzioni in caso di mancato preventivo?
» Niente avvocati esterni per l'Agenzia Entrate Riscossione
» Avvocati contro la violenza sulle donne: il progetto Travaw
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euroDivorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
Multa di 110 euro per chi fuma in auto davanti ai figli minoriMulta di 110 euro per chi fuma in auto davanti ai figli minori
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Equo compenso avvocati: quali sono le clausole vessatorie
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF