Sei in: Home » Articoli

Crisi economica: Aduc, bene posizione Martino: creare legalità e far emergere il 'nero'

aduc id9484.png
di Nadia Fusar Poli -
"La maggior parte delle spese se non si cambia la legislazione, continueranno a crescere per conto loro. L'Italia, perciò, non ha bisogno di manovre ma di riforme". Queste le parole dell'ex-ministro Antonio Martino, che la Aduc riporta in un comunicato stampa. Più che una dichiarazione - spiega l'Aduc - si tratta di una vera e propria presa di posizione, da cui muovere per fare alcune considerazioni. La congiuntura economica sfavorevole, lo scenario di crisi in cui vige il diktat comunitario dei “conti da far quadrare” e in cui sudditi e contribuenti sono le uniche - e note - mucche da spremere, rendono necessario non solo operare mediante azioni congiunte e condivise, ma soprattutto che ci si stringa intorno a Governo e Parlamento (purché entrambe le parti siano disposte ad ascoltare, ciascuna nel rispetto delle proprie conoscenze e idee) con una proposta (o suggerimento, come lo si vuole definire): creare legalità. In altri termini: norme, regole e giustizia.
Questo, si badi, non deve tradursi in una mostruosa e pesante burocrazia, di cui non si avverte la necessità e l'utilità, bensì, al contrario, nella volontà di delegificare e semplificare, adottando metodi semplici, che possano applicarsi all' organizzazione della vita e del lavoro, così come nei rapporti privati e tra cittadino e istituzioni. L'emersione del “nero” - si legg enel comunicato - ovvero la legalizzazione di ciò che, attualmente, è vietato potrebbe rappresentare una sfida importante, lungo la strada delle riforme. I due casi, che potrebbero definirsi due estremi, sono droga e prostituzione. Due temi attuali quanto spinosi, per cui in passato era già stato presentato un disegno di legge - d'iniziativa dei senatori Donatella Poretti e Marco Perduca - che rappresentano anche due tabù culturali, propri e determinanti del nostro Paese. Potrebbe essere questa -conclude Aduc - l'occasione perché l'Italia, imboccando la strada della creazione di legalità, si faccia più europea, non solo in termini economici, ma anche socialmente e culturalmente.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(19/08/2011 - Nadia F. Poli)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF