Sei in: Home » Articoli

CGIL: ancora forte a luglio la crescita del numero di aziende che fanno ricorso alla cassa integrazione straordinaria

Le elaborazioni dell'Osservatorio cig del dipartimento Industria della Cgil, sui dati dalla cassa integrazione dell'Inps nel rapporto di luglio, confermano il "consolidamento strutturale della crisi industriale". Il sindacato registra come continui a crescere il numero delle aziende che fanno ricorso alla cassa integrazione straordinaria (cigs); infatti nei primi sette mesi dell'anno i ricorsi ai decreti di cigs sono stati pari ad un +6,21% sullo stesso periodo dello scorso anno. Sono le regioni settentrionali quelle dove si concentra la quasi totalità dei decreti (al primo posto la Lombardia) anche se si registrano aumenti percentuali significativi nel Mezzogiorno. Il settore in cui si conta il ricorso più alto allo strumento della cassa integrazione (ordinaria, straordinaria e in deroga) è, secondo il rapporto della Cgil, la meccanica segue il settore del commercio e l'edilizia. Dai calcoli dell'Osservatorio cig si rileva, inoltre, come i lavoratori parzialmente tutelati dalla cig abbiano perso nel loro reddito 2,2 miliardi di euro, pari a 4.602 euro per ogni singolo lavoratore.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(21/08/2011 - L.S.)
Le più lette:
» Mediazione e negoziazione assistita: casi di obbligatorietà e aspetti procedurali
» Divorzio: addio definitivo all'assegno se lei convive con un altro
» Avvocato si cancella dall'albo per fare il becchino
» Milleproroghe: le misure per gli avvocati
» L'appello incidentale nel processo del lavoro
In evidenza oggi.
Falsi certificati di malattia: carcere e multe fino a 1.600 euro anche per il medico
Avvocati: nullità della notifica dell'atto di appello eseguita nei confronti del difensore non più iscritto all'albo
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF