Sei in: Home » Articoli

Enel - Come andare in pensione senza troppi disagi

elettricita id10568
POSTA e RISPOSTA n°96 è un appello a chi può dare una mano al nostro lettore CALOGERO DI MARCO nella soluzione del dilemma di cui al seguente post: "Sono stato un dipentende Enel dal 16/09/1974 al 30/06/2009 con il periodo di militare fatto prima dell'assunzione in Enel nel 2009 ho raggiunto 36 anni di servizio. Essendo nato il 18/06/52 non raggiugevo il coefficiente 96 per andare in pensione. L'Enel interessata alla riduzione del personale mi ha proposto di dimettermi pagandomi le mensilità fino al raggiungimento dell'età di 60 anni più sei mesi di finestra e cioè fino al 31/12/2012 per raggiungere il coefficiente 96. Adesso con l'anticipo del coefficente 97 al 2012, dello spostamento ad un anno della finestra di uscita, dell'adeguamento all'allungamento delle speranze di vita non so più per quanto tempo resterò scoperto nel percepire la pensione con i relativi disagi economici. Faccio presente che nelle mie condizioni sono molti colleghi chiedo: possiamo chiedere all'Enel di rivedere la Ns. posizione, con eventuale riassunzione o pagamento delle mensilità scoperte. Ringrazio per la risposta e porgo DS. Calogero Di Marco". - Caro Calogero, non sono esperto di quel che mi chiede di dirimere e chiarire al punto che anch'io mi avvalgo di un'ottima Consulente in materia.
Quel poco che posso fare nella rarefatta atmosfera agostana che ricorda il film "Il Sorpasso" è lanciare un appello on line di modo che chi può aiutarTi si faccia avanti. Rivolgo un in bocca al lupo enorme a Te ed ai Tuoi colleghi che condividono la Tua stessa situazione.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(25/08/2011 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Cassazione: non presentarsi all'udienza è remissione tacita di querela
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
In evidenza oggi
Colpo di frusta: niente risarcimento senza TacColpo di frusta: niente risarcimento senza Tac
Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero creditiStalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF