Sei in: Home » Articoli

Ministero del Lavoro: indicazioni per l'accesso anticipato al pensionamento per addetti a lavorazioni faticose e pesanti

ministero lavoro id9481.png
Con circolare n. 22 del 10 agosto 2011, la Direzione Generale per le Politiche Previdenziali e quella per l'Attività Ispettiva fornisce le prime indicazioni operative per l'accesso anticipato al pensionamento in favore degli addetti alle lavorazioni particolarmente faticose e pesanti indiviauati dal D.Lgs 67/2011. Il Dicastero, in attesa della definizione della disciplina sulle modalità attuative del provvedimento, ritiene necessario fornire indicazioni operative rivolte in particolare a coloro che sono tenuti a trasmettere la domanda di accesso al beneficio entro il 30 settembre 2011. La circolare specifica le categorie di lavoratori interessati, le condizioni per l'esercizio del diritto, la misura del beneficio, la documentazione necessaria, l'istruttoria delle domande, gli obblighi comunicazionali e l'attività di accertamento. Nello specifico il Ministero precisa che, a decorrere dal 1° gennaio 2013, i lavoratori dipendenti interessati dal D.Lgs. 67/2011 conseguono il diritto al trattamento pensionistico con un'età anagrafica ridotta di tre anni ed una somma di età anagrafica e anzianità contributiva ridotta di tre unità rispetto ai requisiti previsti dalla tabella B di cui all'allegato 1 della L. n 247/2007. L'istruttoria delle domande verrà svolta dalla sede territorialmente competente dell'ente previdenziale presso il quale il lavoratore è iscritto.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(14/08/2011 - L.S.)
Le più lette:
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF