Sei in: Home » Articoli

Cassazione: bancarotta fraudolenta, se pena principale supera i due anni, pena accessoria va applicata ex lege

euro soldi crisi fallimento
In tema di reati societari e di mancata applicazione della pena accessoria nell'ambito di una condanna per bancarotta fraudolenta (R.d. 16.03.1942, n. 267, art. 216, 217, 218, c.p. art. 37), con la sentenza n. 30687 depositata il 3 agosto 2011, la Corte di Cassazione, quinta sezione penale, ha stabilito che laddove il giudice ha inflitto una pena principale che supera i due anni di reclusione, l'applicazione delle pene accessorie è prevista ex lege ai sensi dell'articolo 216 della legge fallimentare: diversamente risulterebbe violata la disposizione di cui all'articolo 37 Cp. La sentenza è l'esito del ricorso proposto dal Procuratore Generale presso la Corte di Appello di Firenze che, impugnando una sentenza di condanna per nabcarotta fraudolente, richiedeva l'annullamento della stessa limitatamente all'omessa applicazione delle pene accessorie.
Accogliendo il ricorso del PG e mettendo alla base della decisione una sentenza della Suprema Corte del 2010 (v. Sez. V del 12 aprile 2010, n. 13579, Ografo_RV 246712), i giudici della quinta sezione penale, dopo aver annullato la sentenza limitatamente alla mancata applicazione della pena accessoria, hanno precisato che la pena accessoria dell'inabilitazione all'esercizio di un'impresa commerciale applicata con la sentenza di condanna per il reato di bancarotta, siccome è dalla legge determinata solo nel massimo, deve avere durata eguale a quella della pena principale inflitta, secondo quanto previsto dall'articolo 37 Cp.
(15/08/2011 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Blue Whale Challenge: il gioco che uccide. Ecco i consigli della polizia
» Le cose che il fisco non ti può pignorare
» Affido condiviso: i figli restano nella casa familiare, saranno i genitori ad alternarsi
» Divorzio: in arrivo gli accordi prematrimoniali
» Guide Legali: L'incaricato di un pubblico servizio
In evidenza oggi
Vaccini: 75mila firme per la petizione contro il decretoVaccini: 75mila firme per la petizione contro il decreto
Avvocati: 15mila euro dalla Cassa per avviare lo studioAvvocati: 15mila euro dalla Cassa per avviare lo studio
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF