Sei in: Home » Articoli

Soggiorno cittadini fuori dall'Ue, possibile richiedere assistenza a stato membro terzo

Importante novità per i cittadini europei che si recano, sia per turismo che per lavoro, negli stati di altri continenti. In caso di necessità potranno richiedere assistenza anche presso la sede consolare di uno stato terzo membro dell'Ue. Questa misura è stata adottata per sopperire all'eventuale mancanza di sedi consolari dello stato di appartenenza per cittadini che si recano nei paesi fuori dall'Unione Europea. I nuovi passaporti conterranno specifiche informazioni sul provvedimento adottato dall'Ue: sia info sulla tutela consolare che i dati per accedere al sito internet. Venti stati membri su 27 hanno già reso disponibili sui nuovi passaporti tali indicazioni: gli altri stati hanno confermato la loro volontà di apportare tali modifiche nel più breve tempo possibile. In qualunque caso, comunque, dall'indirizzo web http://ec.europa.eu/consularprotection/index.action sarà possibile conoscere tutte le sedi consolari di stati membri dell'Ue dove poter chiedere, e ricevere, assistenza immediata e specifica: basterà indicare la propria cittadinanza, lo stato e la città dove si richiede la tutela consolare. Questa novità mira, ancor di più, ad affermare la piena consapevolezza di una vera e propria “cittadinanza” europea, passo fondamentale per un'Europa davvero unità e funzionale.
(01/08/2011 - Emanuele Ameruso)
Le più lette:
» Avvocati matrimonialisti: l'alienazione parentale deve diventare reato
» Avvocato madre: arriva il legittimo impedimento per legge
» Divorzio: scacco matto all'assegno per la ex
» Divorzio finto per pagare meno tasse: sono oltre 6mila
» Legge 104: nuove regole per chiedere i permessi
In evidenza oggi
Addio, Professore!Addio, Professore!
Separazioni online: le prime a VicenzaSeparazioni online: le prime a Vicenza
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

La riforma del processo penale è legge
Le novità e il testo