Sei in: Home » Articoli

Cassazione: vanno condannati imprenditore e direttore dei lavori se non sono segnalati lavori in corso

lavori in corso id10547
Con la sentenza n. 29156 depositata il 21 luglio 2011, la Corte di Cassazione ha confermato la condanna ai danni di un imprenditore e del direttore dei lavori per non aver segnalato mezzo pesante che investe un'automobile in area dove mancano paletti per segnalate i lavori in corso. In particolare la prima sezione penale, in cinque pagine di motivazione, rigettando il ricorso dell'imprenditore e del direttore dei lavori e condannandoli al pagamento di pena pecuniaria, ha spiegato che si configura la contravvenzione di omesso collocamento di segnali a carico del legale rappresentante della società e del direttore dei lavori laddove, nell'ambito di lavori di manutenzione straordinaria, l'azienda abbia omesso di delimitare l'area in cui operava il mezzo pesante ribaltatosi creando danni fortunatamente solo alle cose: la segnalazione e l'interdizione al pubblico dell'accesso non richiedeva nella specie alcuna autorizzazione e, laddove fosse stata necessaria, l'asserita inerzia nel suo rilascio, non sarebbe comunque valsa a escludere la responsabilità degli imputati.
Scarica il testo della sentenza 29156/2011
(23/07/2011 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolarlo online e il calcolo manuale
» Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Appalto: la garanzia per vizi e difformità dell'opera
» Avvocati: oggi la manifestazione nazionale a Roma contro la Cassa Forense
In evidenza oggi
Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causaStrisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
Cassazione: il cliente deve mantenere rapporti periodici con il proprio avvocatoCassazione: il cliente deve mantenere rapporti periodici con il proprio avvocato
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF