Sei in: Home » Articoli

Cassazione: vanno annullate sentenze se notifica decreto citazione è fatta a difensore d'ufficio anziché a quello di fiducia

In tema di nullità della notificazione del decreto di citazione a giudizio all'imputato, con la sentenza n. 28860, depositata il 20 luglio 2011, la Corte di Cassazione, ha stabilito che devono essere annullate le sentenze di primo e secondo grado, laddove la notifica del decreto, per un errore inerente l'indirizzo dell'imputato eletto come luogo per le notificazioni, sia stata effettuata al difensore d'ufficio nonostante nel frattempo fosse stato nominato il difensore di fiducia. La Corte ha infatti spiegato che “la nullità della notificazione del decreto di citazione a giudizio dell'imputato, qualora incida direttamente sulla vocatio in iudicium, e quindi sulla regolare instaurazione del contraddittorio, deve essere equiparata all'omessa citazione dell'imputato medesimo, in quanto impedisce a quest'ultimo di conoscerne il contenuto e di apprestare la propria difesa ed è, pertanto, assoluta e insanabile”.
Scarica il testo della sentenza 28860/2011
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(24/07/2011 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF