Sei in: Home » Articoli

Corte di Appello di Roma: si alla carta di soggiorno per motivi familiari a immigrato irregolare

clandestino immmigrato
La Corte d'Appello di Roma ha riconosciuto il diritto degli immigrati ad ottenere la carta di soggiorno per motivi familiari anche se il loro ingresso in Italia è avvenuto illegalmente. Il caso esaminato dalla Corte si riferisce un Tunisino che pur essendo entrato in Italia come irregolare era però sposato con una cittadina dell'unione europea (una donna rumena). Il decreto della Corte d'Appello ha sostanzialmente recepito un principio sancito dalla Corte di Giustizia della Comunita' Europee (sentenza 25/7/2008) che la questura di Roma e il giudice di primo grado avevano completamente disatteso. Secondo tale principio chi è sposato con un soggetto appartenente all'unione e si trova soggiornare in uno Stato membro di cui non ha la cittadinanza gode delle disposizioni della Direttiva a prescindere dalla modalita' con cui ha fatto ingresso nello stato membro.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(13/07/2011 - N.R.)
Le più lette:
» Pensioni pagate in più, l'Inps non può chiedere indietro i soldi
» Avvocati: al via la petizione contro la Cassa forense
» In bus senza biglietto: non scendere è reato
» Casalinga quarantenne: sì al mantenimento anche se in grado di lavorare
» Il padre anziano può regalare il patrimonio agli amici anziché lasciarlo alle figlie
In evidenza oggi.
Avvocati: al via la petizione contro la Cassa Forense
Parte da Catania la petizione contro i costi della Cassa Previdenza Forense
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF