Sei in: Home » Articoli

Cassazione: anoressia, no al ricovero coatto

Niente ricovero coatto per i malati di anoressia. Lo ha stabilito la Cassazione che ha confermato l'assoluzione di Silvia C., psichiatra dell'ospedale San Luca di Milano, accusata di ''omissione di un adeguato intervento terapeutico'' per aver dimesso dal ricovero una sedicenne che rifiutava cibo, prescrivendole una cura farmacologica. I fatti: la dottoressa aveva concordato con la giovane l'uscita dall'ospedale a patto che seguisse la cura e si ripresentasse alle date stabilite per i controlli. La situazione pero' si aggravo' tanto che l'adolescente venne sottoposta a ''trattamento sanitario obbligatorio'' al Niguarda. Le flebo si rivelarono del tutto inutili: la ragazzina, infatti, mori' nel giro di 24 ore.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(07/07/2003 - Adnkronos)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Divorzio: arrivano gli hotel che aiutano le coppie a lasciarsi
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Accesso agli atti: dalla legge 241 alla riforma Madia
In evidenza oggi
Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionaliRisarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
Gratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocatiGratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocati
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF