Sei in: Home » Articoli

Liste elettorali e privacy

Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter 16/22 giugno 2003), in risposta al quesito del Ministero degli affari esteri sul regime della pubblicità e le modalità di consultazione dell?elenco provvisorio degli aventi diritto al voto, previsto dal regolamento attuativo D.P.R. 104/2003 della legge sull?esercizio del diritto di voto degli italiani all?estero (L. 459/2001), ha stabilito che l?elenco provvisorio degli aventi diritto al voto, residenti all?estero, seppur liberamente consultabile, non può essere utilizzato per comunicazioni commerciali e messaggi promozionali. Il Garante ha precisato che tale elenco può essere utilizzato esclusivamente per usi legati alle consultazioni politico-elettorali e referendarie (attività di predisposizione delle liste, attività relative allo svolgimento della campagna elettorale, invio di comunicazioni propagandistiche), alle quali i cittadini stranieri sono chiamati, di volta in volta, ad esprimere il proprio giudizio. L?Autorità sottolinea che, "il regime, in base al quale viene consentito a chiunque di copiare stampare o mettere in vendita le liste elettorali, trova un limite specifico nell?art. 5 del regolamento n. 104/2003, che vieta la comunicazione e la diffusione dei dati degli elettori residenti all?estero salvo che per le finalità politico-elettorali sancite dalla legge sul diritto di voto degli italiani all?estero, in particolare per quelle legate alla predisposizione delle liste e allo svolgimento della campagna elettorale".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(04/07/2003 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Multe: quando scadono?
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Lotteria degli scontrini in arrivo
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Papa: ci vuole un "grande coraggio" oggi per sposarsi
In evidenza oggi.
Charlie Hebdo: esercizio del diritto di satira o lesione della dignità delle vittime?
Alcune considerazioni di Gino M.D. Arnone relative al macabro accostamento pietanze-morti sono tuttora valide dopo l'ennesima, ripugnante vignetta del settimanale satirico
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF