Sei in: Home » Articoli

Ricerca finalizzata e Giovani ricercatori, assegnati i finanziamenti a 295 progetti

Il Ministero della Salute ha assegnato finanziamenti per oltre 100 milioni di euro a progetti di natura scientifica, nell'ambito dell'assistenza clinica e della biomedica. Tra i 2.755 progetti presentati a maggio 2010, in relazione al bando “Ricerca finalizzata e Giovani ricercatori”, promosso dallo stesso Ministero della Salute, ben 295 sono stati finanziati. La graduatoria definitiva é consultabile sul sito del Ministero: oltre all'elenco dei vincitori, tutti i ricercatori che hanno presentato progetti potranno consultare i giudizi emessi dalla commissione valutatrice, accedendo alla sezione apposita utilizzando la propria password. La grande novità del bando “Ricerca finalizzata e Giovani ricercatori”, é che per la prima volta in Italia i finanziamenti sono stati assegnati agli stessi ricercatori e non ad istituzioni sanitarie e/o di ricerca. La valutazione dei progetti ha coinvolto oltre 800 scienziati statunitensi e ricercatori italiani residenti da oltre 10 anni all'estero. “Con i nuovi criteri adottati per la valutazione dei progetti di ricerca – ha detto il Ministro della salute prof. Ferruccio Fazio – abbiamo garantito trasparenza e imparzialità nell'assegnazione dei finanziamenti, valorizzazione dei ricercatori e promozione dei giovani: sui 100 milioni assegnati, ben 41 andranno infatti a 128 progetti presentati da giovani ricercatori, 12 milioni in più dei 29 previsti dalla legge.
In Italia lavorano ottimi giovani ricercatori che vanno incentivati a restare nel nostro Paese. C'è ancora molto da lavorare, ma siamo sulla strada giusta”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(16/06/2011 - Emanuele Ameruso)
Le più lette:
» Avvocati: fino a mille euro per ogni figlio
» Quali beni non possono essere pignorati?
» Giovani avvocati: fino a tremila euro per master e titoli
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Condominio: per la telecamera sulle parti comuni l'unanimità non serve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF