Sei in: Home » Articoli

Cassazione: se il verbale non è stato notificato, la multa si può impugnare entro 60 giorni

Con l'ordinanza n. 12505, depositata l'8 giugno 2011, la sesta sezione della Corte di cassazione ha stabilito che, in tema di opposizione a sanzione amministrativa, in mancanza di contestazione della violazione, l'impugnazione della cartella esattoriale ha funzione “recuperatoria” del mezzo di tutela che la parte non ha potuto a suo tempo esperire, sicché l'opposizione deve ritenersi proponibile nel termine non già di trenta, bensì di sessanta giorni dalla notificazione, termine applicabile al ricorso avverso i verbali di accertamento di infrazioni alle norme del codice della strada.
Gli Ermellini hanno deciso la questione con ricorso proposto da un automobilista il cui ricorso era stato dichiarato inammissibile in quanto tardivamente proposto è cioè oltre i 30 giorni dalla notifica. Investita della questione, la Cassazione, riformando la decisione del giudice di pace e seguendo un ormai consolidato orientamento in materia (ex multis la sentenza n. 3647del 2007) ha in proposito stabilito che se il verbale, posto a fondamento della cartella esattoriale, non è stato mai notificato, per garantire al trasgressore il diritto di difesa, il termine per impugnare la cartella esattoriale invece che di 30 giorni è di 60.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(11/06/2011 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF