Sei in: Home » Articoli

Giustizia: in arrivo modifiche al codice di deontologia forense in materia di mediazione.

cnf id10294
Il Consiglio Nazionale Forense ha approvato una proposta di integrazione del codice deontologico per dettare nuove le regole per gli avvocati che svolgono il ruolo di mediatori. D'ora in avanti un avvocato non potrÓ assumere la funzione di mediatore se non ha una competenza adeguata nella materia oggetto del procedimento e dovrÓ evitare in ogni caso ogni possibile conflitto di interessi o di incompatibilitÓ. Ci˛ che si ipotizza Ŕ di inserire un nuovo articolo (55 bis) al codice di deontologia forense. La proposta Ŕ stata inviata a tutti gli ordini che dovranno far pervenire le proprie osservazioni e proposte di modifica entro il 30 giugno prossimo. Decorso tale termine si prevede che il Consiglio potrÓ deliberare nella seduta di metÓ luglio. La circolare del Consiglio spiega che ''In attesa delle auspicate modifiche dell'istituto conseguenti anche alla verifica della sua costituzionalita, 'la messa a punto deontologica e' stata ritenuta in ogni caso passaggio urgente e ineludibile per consentire ai Consigli degli Ordini il governo dell'istituto anche nei suoi aspetti deontologici e nelle sue ricadute disciplinari''.
Altre informazioni su questo argomento
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(05/06/2011 - N.R.)
Le pi¨ lette:
» Diritto all'indennitÓ di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF