Sei in: Home » Articoli

Direttiva Ue contro medicinali falsificati: in arrivo nuovo sistema di rintraccabilità

pillole id10291
Mano dura dell'Unione Europea nei confronti dell'immissione in commercio di medicinali falsificati. Al fine di evitare che tali medicinali entrino nella catena di distribuzione legale, l'U.E. ha adottato una direttiva che prevede, inoltre, una maggiore e più efficiente regolamentazione del commercio dei farmaci on-line. I Paesi dell'Unione Europea avranno al massimo 18 mesi per recepire la direttiva ed adeguare la legislazione nazionale. L'intervento dell'U.E. si è reso necessario, come comunicato dallo stesso ente comunitario, al fine di combattere il mercato nero dei farmaci illegali che, secondo le ultime stime, ha raggiunto cifre da capogiro, nell'ordine di circa 160 miliardi di euro l'anno. Tale fenomeno, come noto, è gestito dalla criminalità organizzata internaionale e rappresenta un rischio incalcolabile per la salute dei cittadini europei. La direttiva introduce un nuovo sistema di rintracciabilità del medicinale lungo tutta la catena distributiva: "Codice di identificazione e imballaggio consentiranno di assicurare che la confezione del farmaco non è stata manomessa dalla sua uscita dalla fabbrica". Secondo i dati forniti dall'ente comunitario, dal 2005 ad oggi, i sequestri di medicinali contraffatti sono aumentati dell'oltre il 400 %. Nel solo 2008 sono state sequestrate oltre 38 milioni di pillole contraffatte.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(04/06/2011 - Emanuele Ameruso)
Le più lette:
» Ddl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanza
» Catasto: è gratuita la consultazione delle visure
» PAS: non è una patologia ma un comportamento illecito
» Condominio: gli odori della cucina disturbano i vicini? È reato
» WhatsApp: solo 2 minuti di tempo per cancellare i messaggi
In evidenza oggi
Migranti: i minori non potranno mai essere respinti. Ok alla nuova leggeMigranti: i minori non potranno mai essere respinti. Ok alla nuova legge
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF