Sei in: Home » Articoli

Cassazione: è reato anche il disinteresse per la propria famiglia

Un genitore che mostra disinteresse verso la propria famiglia deve essere multato. Parola di cassazione. La Corte ha chiarito che l'articolo 570 del codice penale non serve solo a colpire il mancato pagamento degli alimenti ma anche la condotta morale che sia improntata al totale ”disinteresse verso le vicende che riguardano la famiglia". La decisione è della sesta sezione penale della Corte (sentenza n. 21364/2011) che ha reso definitiva una multa inflitta (ai sensi dell'articolo 570 C.P.) a un padre separato. La norma che riguarda la mancata somministrazione degli alimenti è stata applicata nella fattispecie ad un quarantaquattrenne che, anche quando il matrimonio non era ancora in crisi, si era disinteressato sia materialmente che moralmente della sua famiglia. L'uomo aveva tentato di difendersi affermando che il suo disinteresse era dovuto a frequenti dissapori con la sua ex in relazoine alla gestione dei figli. La Suprema Corte ha respinto il ricorso sottolineando che il giudice d'appello ha deciso correttamente e "con autonomo apprezzamento ha indicato le prove dalle quali doveva evincersi la sussistenza dei fatti materiali attribuiti all'imputato e l'assenza di giustificazioni idonee ad escluderne la rilevanza penale, motivando specificamente anche sulla condotta di mancata assistenza morale della moglie e dei figli".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(27/05/2011 - N.R.)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Divorzio: arrivano gli hotel che aiutano le coppie a lasciarsi
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Accesso agli atti: dalla legge 241 alla riforma Madia
In evidenza oggi
Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionaliRisarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
Gratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocatiGratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocati
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF