Sei in: Home » Articoli

Wi-Fi nelle aule, al via progetto “Scuola Mia”

wifi id9202
Internet sta prendendo sempre più piede nella quotidianità delle famiglie italiane. Sono ben 6 italiani su 10 che, quotidianamente, utilizzano internet per cercare informazioni, prenotare le proprie vacanze, fare acquisti online, soddisfare le proprie più variegate curiosità. Internet, tuttavia, se usato con attenzione, può rappresentare un ottimo strumento per la formazione dei giovani, anche nelle scuole. Le infrastrutture scolastiche nazionali, si sa, spesso non sono all'altezza della qualità del personale docente e risultano carenti sia in sicurezza sia, spesso, nella presenza di strumenti innovativi atti ad una migliore (e più efficace) formazione.
Nei giorni scorsi è stato presentato, grazie ad una convergenza d'intenti fra il Ministero della Pubblica Amministrazione e il Ministero dell'Istruzione, il progetto “Scuola Mia” che prevede la possibilità, per le scuole, di presentare una specifica domanda, il cui termine scade il prossimo 15 giugno, con la quale richiedere un kit WiFi “costituito da un insieme di apparati e servizi, finalizzati a consentire alle istituzioni scolastiche di realizzare un collegamento alla rete internet, con tecnologia senza fili, di un'area del proprio edificio”. Il Kit Wi-Fi del progetto “Scuola Mia” permetterà agli studenti di poter utilizzare la rete internet senza fili per scopi didattico educativi. Il progetto rientra in una serie di misure, già previste dai Ministeri su enunciati, che prevedono, fra l'altro,l'introduzione della pagella digitale, della posta elettronica certificata e l'implementazione della procedura di pagamento online per alcune tipologie di tributi. Nel 2011 saranno oltre cinquemila gli istituti coinvolti, di ogni ordine e grado. Per avere maggiori informazioni a riguardo è possibile contattare il servizio preposto al numero verde 800.254.009.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(24/05/2011 - Emanuele Ameruso)
Le più lette:
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Risarcisce il cliente l'avvocato che dimentica di iscrivere la causa e mente sul punto
» Tradimento: quello "programmato" diventa di moda tra i mariti
» Mobbing e risarcimento danni: come dimostrare di aver subito una persecuzione
» Avvocato censurato se non assolve l'obbligo della formazione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF