Sei in: Home » Articoli

Cassazione: è plagio copiare testi anche se vengono aggiunti elementi di novità

Con la sentenza n. 18826 depositata il 12 maggio 2011 la Corte di cassazione ha stabilito che in tema di diritti d'autore, la redazione di una tesi di laurea asseritamente di natura compilativa ma in realtà mera trasposizione di un elaborato di un altro autore, integra la fattispecie di cui all'articolo 1 legge 19 aprile 1925 n. 475. La Corte ha infatti spiegato che il reato di plagio viene comunque integrato anche se l'elaborato contiene alcune correzioni rispetto alla copia originare e l'aggiunta di minimi elementi di novità, senza alcun contenuto frutto di personale elaborazione o, comunque, di valutazione critica della fonte utilizzata.
Nella stessa sentenza, la terza sezione penale della Corte di cassazione ha avuto modo di aggiungere che “la statuizione relativa alla falsità, alla cancellazione del documento che ne è derivata e alla pubblicazione della sentenza, obbligatoriamente imposta dall'articolo 5 della menzionata legge, se non disposta dal giudice di primo grado, non può essere ordinata dalla Corte di appello in assenza di specifica impugnazione”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(18/05/2011 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Regime dei minimi: com'era e com'è
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Negoziazione assistita senza notaio: Aiga, ora spazio agli avvocati
In evidenza oggi
Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF