Sei in: Home » Articoli

Cassazione: vecchie corna non scusano maltrattamenti a coniuge

La moglie ha messo le corna al marito? Lui non puo' coprirla di insulti ne' maltrattarla, tanto piu' se le corna sono lontane nel tempo. Il coniuge che sfoga la rabbia sulla consorte per i suoi tradimenti stagionati e' colpevole di una ''condotta prevaricatrice''. Parola di Cassazione che ha respinto il ricorso di Giuseppe G., un siciliano di 61 anni, condannato ad un anno e quattro mesi di reclusione per maltrattamenti e lesioni nei confronti della moglie Carmela. L'uomo aveva giustificato il suo comportamento sulla base di una vecchia ''infedelta' coniugale'' della moglie. Ma per piazza Cavour una reazione di questo tipo non puo' essere giustificata, tanto piu' se si tratta di un ''fatto che per la distanza nel tempo e nel luogo in nessun caso puo' valere da giustificazione''. Giuseppe sosteneva di non essere riuscito a digerire una vecchia relazione che la moglie Carmela aveva imbastito con un tedesco all'epoca dell'emigrazione della famiglia in Germania.
E cosi', pur essendo passati tanti anni, maltrattava la moglie per la vecchia scappatella.
(24/06/2003 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» In arrivo gli sportelli di prossimità, dove non ci sono più i tribunali
» Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
» Trasferimento di strumenti finanziari come ipotesi di donazione diretta ad esecuzione indiretta
» Pensioni: riscatto gratis laurea legato al merito
In evidenza oggi
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelleAvvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF