Sei in: Home » Articoli

Violazione della privacy - Apple: giustificazioni non convincenti

iphone mobile id10109
Apple fa il verso ai nostri politici. L'Azienda di Cupertino non intendeva conservare i dati sugli spostamenti di milioni di utenti dell'i-Phone. Le crediamo sulla parola: "non seguiamo nessuno. I file trovati nei telefoni, come abbiamo spiegato, erano sostanzialmente creati attraverso informazioni anonime che raccogliamo da decine di milioni di iPhone" che significa all'incirca: sto origliando non perché io lo voglia, ma perché il mio orecchio bricconcello si insubordina ai miei input e sto spiando dal buco della serratura perché il mio occhio ha un'indole maliziosa che sfugge ai miei comandi. "Quando una nuova tecnologia fa il suo ingresso", soggiunge pensoso il Grande Capo di Apple, esiste "un periodo di "aggiustamento e di insegnamento". Ascoltate un po' come prosegue nelle giustificazioni: "a giudicare dalle cose che stanno succedendo credo che, come settore, non abbiamo fatto un ottimo lavoro nell'istruire.
Di conseguenza si è saltati a un sacco di conclusioni sbagliate nella scorsa settimana". Ma allora le segretarie presunte asine per mascherare il verbo senza acca scritto sull'atto dall'avvocato vanno rivalutate. Un capolavoro quel passo sul lavoro non ottimo "nell'istruire". Sottovalutazione macroscopica di un problema molto ma molto serio e grave per quei quattro gatti dei cittadini del pianeta.
(29/04/2011 - Avv.Paolo Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Ogni causa è incerta... e l'avvocato non lavora mai gratis
» Il dictum della Cassazione: è reato mettere le corna in casa alla moglie!
» Il pignoramento
» Pipì in strada, multa da 10mila euro
» Bonus nascita: dal 4 maggio le domande per gli 800 euro
In evidenza oggi
Bonus nascita: dal 4 maggio le domande per gli 800 euroBonus nascita: dal 4 maggio le domande per gli 800 euro
Controllare il conto degli avvocati viola la CEDUControllare il conto degli avvocati viola la CEDU
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF