Sei in: Home » Articoli

Miur: finanziamento del Piano scuola digitale

miur id10080.png
Secondo quanto rende noto il Miur, è stato pubblicato, sul relativo sito istituzionale, l'avviso che prevede finanziamenti per la scuola statale primaria e secondaria di secondo grado destinati unicamente all'acquisto di kit tecnologici a supporto della didattica in classe. Le richieste potranno compilarsi on-line sul portale SIDI, seguendo questo percorso per accedere: Rilevazioni > Osservatorio tecnologico > Rilevazioni > Denominazione: Richieste LIM. In base alle richieste pervenute, sarà assegnato un kit ad ogni istituto richiedente. Per le ulteriori assegnazioni si seguirà il principio di diffusione espresso dal rapporto numero LIM possedute e numero di alunni: in questo caso, verrà considerato titolo, per la scuola primaria, la realizzazione di percorsi di didattica inclusiva tramite l'utilizzo della LIM per il supporto di alunni con disturbi dell'apprendimento, per l'integrazione di alunni extracomunitari, di alunni in restrizione di libertà e quelli ospedalizzati. Per quanto riguarda la Scuola Secondaria di secondo grado, verrà considerato titolo, l'adesione dell'istituzione scolastica al piano per l'insegnamento di una materia curricolare in lingua straniera.
Nella nota diffusa dal Ministero, si raccomanda, infine di compilare tempestivamente il questionario suindicato, onde evitare imprevisti. Il formulario è accessibile del 13 aprile 2011 fino al 29 aprile 2011 (ore 14).
(20/04/2011 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Processo civile: l'opposizione all'esecuzione
» Designer e architetti: come sfruttare al meglio gli smartphone
» Addio al genitore collocatario: la prima sentenza del tribunale di Lecce
» Equitalia cerca avvocati: domande entro il 27 giugno
» Vaccini: multe fino a 7.500 euro per i genitori e sospensione della potestà
In evidenza oggi
I figli devono garantire assistenza morale e materiale ai genitori anzianiI figli devono garantire assistenza morale e materiale ai genitori anziani
Divorzio: assegno anche se la ex rifiuta di lavorareDivorzio: assegno anche se la ex rifiuta di lavorare
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF