Sei in: Home » Articoli

Commissione Europea: entro tre anni un caricabatterie universale per tutti i cellulari

Malgrado se ne parli da qualche anno, senza risultati concreti sul mercato, stavolta sembra che l'arrivo del caricabatterie universale possa diventare realtÓ, nel giro di poco tempo. Pochi giorni fa, era stato il vice-presidente della Commissione Europea, l'italiano Antonio Tajani, ad annunciare l'arrivo sui mercati comunitari di un caricabatterie universale per il cellulare, che consentirÓ, dunque, ai possessori di 14 marche di telefonini di potere adoperare lo stesso apparecchio, per ricaricare il cellulare. La misura era stata caldeggiata dalla Commissione Europea, al fine di raggiungere due obiettivi: la diminuzione sensibile dei rifiuti elettronici, che inquinano e sono pi¨ difficili da smaltire dei normali rifiuti; la protezione dei consumatori, costretti a comprare nuovi caricabatterie, per ogni telefonino nuovo acquistato. Il nuovo caricabatterie, invece, utilizzerÓ la tecnologia micro-usb, consentendo la ricarica anche per gli smart-phone, che ormai sono il 50% del mercato. Non solo: i nuovi apparecchi per la ricarica della batteria sono stati creati per durare di pi¨, con la previsione di un loro utilizzo medio per dieci anni.
(13/04/2011 - Emanuele Ameruso)
Le pi¨ lette:
» Avvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticanti
» Come si redige il ricorso per Cassazione? La "road map" in una sentenza della Suprema Corte
» Addio compenso per l'avvocato poco accorto
» Drogometro: al via in tutta Italia
» ResponsabilitÓ magistrati: il cittadino pu˛ agire direttamente per chiedere i danni
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno alla ex laureata che torna da mammÓDivorzio: niente assegno alla ex laureata che torna da mammÓ
╚ legale vietare l'accesso alle famiglie con bambini nei ristoranti?╚ legale vietare l'accesso alle famiglie con bambini nei ristoranti?
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF