Sei in: Home » Articoli

Strade - Vita sul camion - Velocità e distrazione nella guida - Riecco il lettore Luca TAGLIETTI

posta e risposta id9497
POSTA e RISPOSTA n°51 riapre i battenti al nostro 'mitico' LUCA TAGLIETTI: "Ringrazio della serenata il caro Roberto, almeno mi allieterà mentre passo ore di lavoro in auto. Lo invitererei, se fosse possibile, ad una giornata tipo di un camionista italiano. Al di la delle strade italiane, che sono vergognose se confrontate con i nostri competitors europei, il comportamento stradale degli automobilisti resta vergognoso. Chi non percorre almeno 40.000 km l'anno non lo può capire. La velocità è una concausa degli incidenti, dato che prudenza viene meno. Tuttavia, ribadisco che in autostrada, la causa principale di incidenti è la distrazione, seguita poi a comportamenti più o meno maleducati o stupidi". Per assicurare la continuità e la comprensibilità ricordiamo che LUCA TAGLIETTI con il contributo del 28 mar '11 di cui al POSTA e RISPOSTA n°43 sostiene quanto segue: "Egregio Avv.to Storani, dire che gli italiani non sappiano guidare non è lesa maestà. Lei cita molti esempi limite, tra cui droga e alcol, ma dimentica la condotta distratta e maleducata.
In autostrada, se non ci avesse fatto caso, gli automobilisti tendono ad occupare costantemente le corsie a sinistra e non, come da codice, quelle di destra. Sicchè, con quattro corsie, mi-bg, per avere una guida lineare mi conviene percorrere la prima corsia a destra, sorpassando tutti i veicoli lenti che mi trovo a sinistra, inchiodati tra i 100 e 120 km/h. A me si dirà che sorpasso a destra, mentre faccio la mia marcia normale, mentre nessuno si adopera a sanzionare chi occupa male le altre corsie, sapendo che il codice decurta 2 punti. Per non parlare poi di chi è convinto che andare adagio sia "buona guida", e pertanto si mette 80 km/h in autostrada, per inchiodare al primo stop acceso in lontananza.
Anche questi soggetti sono responsabile degli incidenti, solo che venendo tamponati, la colpa è di chi li tampona". Allora sapete che è accaduto? Interviene nel P&R del 4 apr '11 quel burlone di ROBERTO che gli dedica una serenata surreale sulle note dell'indimenticabile pop-disco del '77 di ALAN SORRENTI (ricordate l'urletto fantastico dell'artista anglo-partenopeo? Lo sto ululando in studio, fortuna che nel frangente sono solo): "....noi siamo figli di Schumacheeer...figli della notte che gira intornoo a noooiiii,noi stanotte figli di Schumacher......uccidermoooo i man at work anche di notteeeeee........pezzo di Alan Sorrenti e dedicato a tutti i Luca Taglietti del mondo......... Roberto". Mille ringraziamenti, caro Luca e sai di avere un altro ammiratore in PAOLO VAIROLI che ci ha inviato il seguente post: "condivido pienamente per quanto dice Luca; inoltre, dico che in Italia anche se ci fossero autostrade a 10 corsie, così come è adesso non servirebbero a niente. E ora di raddrizzare il timone!!!,cordiali saluti". Orsù, se c'è qualche altro compositore, cantautore o fan di Luca TAGLIETTI si faccia avanti pigiando con i polpastrelli sul form qui sotto.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(10/04/2011 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF