Studio Cataldi: notizie giuridiche e di attualità Biglietti da visita gratis
Home Notizie giuridiche Notizie di attualità Notizie ultima ora

partire dall’esercizio di entrata in funzione del bene e per i

beni ceduti o devoluti all’ente concessionario fino all’esercizio in cui avviene il trasferimento ed in

proporzione alla durata del possesso.

4. Non è ammessa alcuna ulteriore deduzione per ammortamento anticipato o per una più

intensa utilizzazione dei beni rispetto a quella normale del settore. Resta ferma, per quanto non

diversamente disposto, la disciplina di cui all’articolo 102 del testo unico delle imposte sui redditi, di

cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917.

5. Le eventuali modifiche delle vite utili di cui al comma 2, deliberate ai fini tariffari

dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas successivamente all’entrata in vigore del presente

decreto, rilevano anche ai fini della determinazione delle quote di ammortamento deducibili.

6. In caso di beni utilizzati in locazione finanziaria, indipendentemente dai criteri di

contabilizzazione, la deduzione delle quote di ammortamento compete all’impresa utilizzatrice; alla

formazione del reddito imponibile di quella concedente concorrono esclusivamente i proventi

finanziari impliciti nei canoni di locazione finanziaria determinati in ciascun esercizio nella misura

risultante dal piano di ammortamento finanziario.

7. Quanto previsto dai precedenti commi si applica esclusivamente ai beni classificabili nelle

categorie omogenee individuate dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas. Per i beni non

classificabili in tali categorie continua ad applicarsi l’articolo 102 del testo unico delle imposte sui

redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917.

8. La ...

Pagina Precedente    Pagina Seguente

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 Successiva
Prima pagina di questa legge