NUOVE DISPOSIZIONI IN TEMA DI RILASCIO PATENTE DI GUIDA

Seguici su Facebook e su G. Plus
Indice della guida

Con la nuova normativa, chi vuole conseguire la patente di tipo B si deve sottoporre ad esercitazioni pratiche su autostrade o su strade extraurbane e in condizioni di visione notturna. 

Con il Decreto Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 20 aprile 2012 (pubblicato sulla G.U. 23 aprile 2012 n. 95) è stata prevista la
disciplina delle esercitazioni di guida in autostrade, su strade extraurbane ed in condizioni di visione notturna, del minore autorizzato e dell'aspirante al conseguimento della patente di categoria B.

L'aspirante al conseguimento della patente di guida di categoria B deve effettuare almeno sei ore di

esercitazioni obbligatorie di guida presso un'autoscuola, con istruttore abilitato ed autorizzato.

Al termine delle suddette esercitazioni, l'autoscuola rilascia all'allievo un attestato di frequenza, conforme al modello previsto dal decreto, corredato degli originali del libretto delle lezioni di guida. Il possesso di tale documentazione deve essere comprovato, all'atto di prenotazione della prova pratica di guida.

Al titolare di autorizzazione ad esercitarsi alla guida che circola in autostrade con carreggiate a tre o piu' corsie, e' fatto divieto di impegnare altre corsie all'infuori delle due piu' vicine al bordo destro della carreggiata.

Nel caso di esercitazioni in autostrada o su strade extraurbane principali, ovvero in condizioni di visione notturna, effettuate con veicolo diverso da quello di un'autoscuola, da un titolare di autorizzazione ad esercitarsi alla guida, sul veicolo non puo' prendere posto, oltre al conducente, altra persona che non sia l'accompagnatore in funzione di istruttore.

Per il primo rilascio della patente, l’interessato dovrà presentare la certificazione da cui emerge il non abuso di sostanze alcoliche, stupefacenti o psicotrope.

Le modalità per il rilascio del certificato verranno stabilite da un apposito decreto.

Per quanto riguarda poi i minorenni trovati in stato di ebbrezza alla guida, la modifiche prevedono che, se l’abuso è modesto, il minorenne potrà prendere la patente a 19 anni. Al contrario, se il consumo di alcol accertato supera lo 0,5 g/l, il minore dovrà attendere il compimento di 21 prima di conseguire la patente.

 

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
Arricchisci questa guida con un tuo commento:
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss